Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Consumare suolo costa 50 mln l'anno
di Rosario Battiato

Stima Ispra sulla cifra che occorre per compensare l’avanzata di cemento in Sicilia, fra il 2012 e il 2015. Picchi a Trapani, Palermo, Messina e Ragusa. Tratti costieri sempre a rischio

Tags: Suolo, Ambiente, Ispra, Cementificazione



PALERMO – Adesso anche una delle minacce ambientali più pericolose ha un peso economico ben definito: i siciliani potrebbero trovarsi a dover spendere fino a 50 milioni all’anno per compensare le conseguenze del consumo di suolo tra il 2012 e il 2015.
Il dato è stato calcolato dall’Ispra nell’ultimo rapporto sul tema e mette assieme la cifra necessaria per compensare diversi servizi ecosistemici danneggiati come l’agricoltura e l’infiltrazione delle acque. Una cifra che non esaurisce le responsabilità del consumo, visto che non tiene conto dei danni derivati dal dissesto che ogni anno si riversano pesantemente sulle casse statali. Numeri che non spaventano l’Isola: nell’ultima rilevazione ha registrato tassi di incremento del consumo di suolo più elevati della media nazionale.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 19 luglio 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus