Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Ddl edilizia, M5S e Pd soddisfatti
di Raffaella Pessina

Il grillino: “La legge consentirà una notevole riduzione delle pastoie burocratiche”. La relatrice Sudano (Pd): “Troppa attenzione a polemiche su sanatoria”

Tags: Ars, Edilizia, Giampiero Trizzino



PALERMO - Approvato in Aula il testo unico sull’edilizia e il Movimento cinquestelle si mostra soddisfatto. In una nota il grillino Giampiero Trizzino, primo firmatario del Testo, ha detto che “Si tratta di un lavoro che arriva finalmente al capolinea dopo tre anni di lavoro e dopo 15 anni di attesa. La legge – ha continuato Trizzino – consentirà una notevole riduzione delle pastoie burocratiche per le imprese, grazie all’informatizzazione del sistema attraverso moduli on line e sportelli telematici e porterà benefici anche alla salvaguardia del paesaggio, attraverso il riconoscimento di nuove fasce di rispetto (quali quelle della Rete Natura 2000) e grazie al recupero dell’esistente, al fine di non gravare sui terreni liberi”.

La presidente della commissione Territorio ed Ambiente dell’Ars Mariella Maggio ha affermato che è stata approvata “una legge importantissima per la Sicilia che prevede lo snellimento amministrativo e garantisce certezza nell’iter  procedurale a tutti i cittadini” Ed ha voluto aggiungere di essere doppiamente soddisfatta perché “l’impegno congiunto ha consentito di fermare il tentativo di inserimento di una sanatoria che avrebbe impoverito la valenza della legge stessa, invece così abbiamo riaffermato attraverso il primato della legalità la tutela del nostro territorio e delle nostre coste. Ritengo – ha concluso -  che sia necessario  adesso arrivare al più presto al  varo di una legge specifica per il riordino delle coste”.

La relatrice del ddl divenuto legge Valeria Sudano del Pd è stata più critica: “Eppure ci siamo soffermati più del dovuto su polemiche scaturite dall’emendamento sulla sanatoria: è un vero peccato, queste polemiche hanno offuscato il lavoro dell’Ars. Ci sono temi, penso all’edilizia o alla tutela delle coste, che non possono essere affrontati a ‘colpi di emendamento’. Mi auguro – ha aggiunto Sudano – che d’ora in poi si possano affrontare, in commissione prima e in aula poi, con la stessa attenzione con la quale si sono discussi e votati gli articoli di questo ddl”.

Articolo pubblicato il 04 agosto 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐