Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Sistema accoglienza, Sicilia seconda regione d'Italia
di Patrizia Penna

Dati del ministero dell’Interno: in Lombardia il 13% degli immigrati ospitati. Nell’Isola il 10%. Sono in totale 143.761, ben 40 mila in più rispetto all’anno scorso

Tags: Immigrazione, Migranti, Accoglienza



ROMA - Al netto degli scandali e dei deprecabili tentativi di speculare sull’immane tragedia dell’immigrazione, la Sicilia si conferma terra di accoglienza.

Il ministero dell’Interno ha diffuso gli  ultimi dati relativi agli immigrati ospitati nelle strutture di accoglienza dislocate su tutto il territorio nazionale. I dati risultano aggiornati all’8 agosto 2016 e parlano di 143.761 persone ospitate nel sistema di accoglienza italiano.
I numeri forniti dal Viminale permettono di evidenziare rispetto all’ano scorso, un significativo incremento di circa 40 mila unità rispetto ai 103.792 del 2015, ai 66.066 del 2014 e ai 22.118 immigrati inseriti nel 2013 nelle varie strutture.

Pur essendo da diverso tempo in prima linea in tema di migrazione, non è la Sicilia la regione d’Italia ad avvogliere in assoluto il maggior numero di immigrati. In cima alla classifica, infatti, troviamo la Lombardia. Ed è proprio qui, oltre che in Liguria, altra regione di confine, che si registrano i problemi maggiori per quanto riguarda l’accoglienza.

La Lombardia accoglie il 13 per cento degli immigrati del sistema: 17.641 ospitati nelle strutture temporanee, 1.109 nel sistema Sprar (accoglienza richiedenti asilo gestito dai comuni) per un totale di 18.750 persone.

La Lombardia è la prima regione nella torta in cui è suddivisa la ripartizione dell’accoglienza. Seguono la Sicilia (10%), la Campania e il Veneto (8%). La Liguria, con il 4%, è al dodicesimo posto tra le Regioni italiane impegnate nell’accoglienza: ne ospita complessivamente 5.138.

Sul fronte arrivi, non si registra almeno fino ad ora il temuto picco di sbarchi. I dati aggiornati e ufficiali del ministero dell’Interno evidenziano che dal primo gennaio 2016 all’8 agosto (ultimo dato ufficiale) sono arrivati in Italia 100.244 immigrati, lo 0,06% in più rispetto ai 100.179 arrivi del 2015 e ai 96.170 del 2014.

Un altro dato comparativo è quello relativo agli arrivi durante il periodo estivo. Nei primi 8 giorni del mese di agosto di quest’anno sono stati registrati 6.467 arrivi, più o meno in linea con la media che nell’agosto del 2015 registrò 22.610 persone e dell’agosto 2014 (24.776).
 

 
I dati parlano
 
143.761
il numero degli immigrati ospitati nel sistema accolienza italiano (dati del Viminale aggiornati all’8 agosto 2016)
10%
quota di immigrati ospitati in Sicilia (seconda regione d’Italia dopo la Lombardia che ne ospita il 13%, per un totale di 18.750)
8%
percentuale di immigrati ospitati da Campania e Veneto che occupano il terzo posto della classifica
100.244
gli arrivi registrati dal ministero dell’Interno dall’1 gennaio all’8 agosto 2016
96.170
gli arrivi registrati dal ministero dell’Interno nel 2014. Nel 2015 sono stati 100.179.

Articolo pubblicato il 11 agosto 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐