Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Morire di gravidanza e parto: 300mila vittime ogni anno
di Redazione

Allarme lanciato dall’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms): migliorare l’assistenza sanitaria. Oltre 2,7 milioni i bambini che muoiono nei primi 28 giorni di vita

Tags: Gravidanza, Oms



ROMA - Ogni anno nel mondo oltre 300mila donne muoiono di gravidanza e parto mentre 2.7 milioni di bambini muoiono nei primi 28 giorni di vita e 2.6 milioni nascono morti.

Sono i dati diffusi dall’Oms che sottolinea come, la maggior parte delle morti pre e neonatali sarebbero prevenibili con un’adeguata assistenza sanitaria durante la gravidanza e il parto.

L’organizzazione mondiale della sanità evidenzia come la stragrande maggioranza dei bambini nati morti o deceduti a pochi giorni dalla nascita non vengano registrati. Di conseguenza non è facile essere consapevoli della reale portata della situazione e prendere le misure necessarie per evitare questi decessi.

E' per questo che oggi l’Oms lancia tre pubblicazioni per aiutare i paesi a migliorare l’assistenza durante la gravidanza e il parto: la prima, classifica le malattie in gravidanza, come il diabete e l’ipertensione; la seconda, è una guida che aiuta i servizi sanitari dei Paesi a chiarire e registrare le morti individuali in gravidanza e alla nascita in modo da mettere in atto contromisure e prevenzione; la terza, è finalizzata a rafforzare i processi di analisi della mortalità materna e infantile negli ospedali e nelle cliniche.

“E' necessario che tutte le nascite e le morti siano registrate e che capiamo come prevenire morti neonatali e in gravidanza, ovunque si verifichino - ha detto Ian Askew, Direttore della SAlute riproduttiva e Ricerca all’Oms - Conscere le cause dei decessi può far sì che venga migliorata l’assistenza e che vengano messe in atto azioni correttive e di prevenzione”.

Articolo pubblicato il 18 agosto 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐