Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Sicilia isolata, lo sviluppo un miraggio
di Chiara Borzì

Unioncamere: dalla coesione aziende-istituzioni-consumatori e terzo settore +50% di fatturato. Ma la Pa soffoca l’economia. Imprese isolane senza sinergia (-57% dal Trentino): a picco occupazione ed export

Tags: Sviluppo, Economia, Sicilia



L’economia a misura d’uomo, quella che punta al guadagno ma nel rispetto della sostenibilità ambientale, del lavoro regolare e le relazioni tra tutti gli attori presenti nel territorio, compreso il no profit, porta per le imprese italiane un aumento di fatturato di quasi il 50 per cento in più. è questo uno dei risultati emersi dalla ricerca “Coesione è competizione” condotta da Symbola con Unioncamere. Essere un’impresa “coesiva” vuol dire attivare un circolo che non si limita ad un secco scambio di relazioni finanziare tra imprenditori, fornitori e lavoratori, ma punta alla radicazione dell’impresa nella comunità, sfruttando un’economia che coinvolge consumatori, istituzioni, terzo settore, infine risponde alla necessità di puntare sulla green economy. Ma le imprese siciliane non riescono ad essere coese e così lo sviluppo diventa sempre più un miraggio.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 27 agosto 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus