Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Giappone, il più grande fondo pensioni del mondo perde 46,5 miliardi
di Alessandro Accardo Palumbo

Performance negativa dovuta al ribasso dei mercati azionari

Tags: Giappone, Fondo Pensione



Il cambiamento della strategia di investimento non ha portato bene al Gpif (il fondo del governo giapponese che gestisce le pensioni pubbliche). Nel primo trimestre dell’esercizio finanziario, aprile-giugno, il valore del fondo è sceso di 5.234 miliardi di yen, pari a circa 46,5 miliardi di euro. Cifre impressionanti ma il Government Pension Investment Fund è il più grande fondo pensioni al mondo. A fine giguno, nonostante la perdita, il valore degli asset in portafoglio al fondo sfiora i 130mila miliardi din yen, pari a 1.135 miliardi di euro.

La negativa performance è stata determinata dal ribasso dei mercati azionari e in particolare dalla flessione della Borsa di Tokyo e dall’apprezzamento dello yen. Il Gpif sottolinea nel report trimestrale che i risultati riflettono il valore di mercato degli asset in portafoglio e questi tendono a fluttuare in linea con l’andamento dei mercati.

Da oltre un anno il Gpif ha modificato la strategia di investimento diminuendo la componente dei bond domestici per incrementare gli investimenti all’estero sia in azioni che in obbligazioni. Ma il rialzo dello yen ha fatto scendere il valore degli investimenti in valuta estera.

Nel primo trimestre dell’anno finanziario, l’asset allocation del fondo giapponese vede il 39,16% investito in obbligazioni domestiche, il 21% in azioni quotate a Tokyo, il 21,31% in azioni all’estero e il 13% in bond esteri. Solo i bond domestici hanno generato un aumento di valore pari a 938 miliardi di yen, mentre le azioni estere hanno prodotto una perdita di valore di 2.410 miliardi (21,3 miliardi di euro), i bond esteri 1.519 miliardi.

Ma performance negativa anche per le azioni giapponesi in portafoglio con una flessione di valore pari a 2.257 miliardi (19,8 miliardi di euro).

L’andamento del primo trimestre non si discosta dai precedenti.
Nell’ultimo anno solo nel terzo trimestre del precedente esercizio il fondo ha realizzato una performance positiva, pari a un rendimento del 3,56% mentre nel secondo aveva accusato un -5,59% e un -3,52% nell’ultimo. Complessivamente nell’anno finanziario 2015-2016 il Gpif ha accusato una flessione del 3,81% e ora un -3,88% nel primo trimestre del nuovo esercizio finanziario. In sei mesi il Gpif ha visto andare in fumo oltre 10mila miliardi di yen per gli asset in portafoglio (oltre 88 miliardi di euro).

Il trend dell’ultimo anno tuttavia non mette a rischio il ricchissimo portafoglio del fondo pensione. Negli ultimi 15 anni Gpif ha realizzato un ritorno positivo pari al 2,39% l’anno con un incremento di valore pari a oltre 40mila miliardi di yen.

“Noi investiamo con l’ottica di lungo termine - ha dichiaratyo in un comunicato il presidente Norihiro Takahashi - e anche se i prezzi dei mercati fluttuano nel breve termine non c’è alcun danno per i beneficiari delle pensioni”.

Articolo pubblicato il 27 agosto 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus