Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Sicilia, non è un'Isola per start up
di Chiara Borzì

Aifi: nel 2015 solo sette investimenti di venture capital per i talenti dell’Isola contro i 127 della Lombardia. Non solo poche idee ma soprattutto burocrazia che ostacola e assenza di legalità

Tags: Startup, Sicilia, Venture Capital



Il rapporto tra Sicilia e venture capital è ancora tutto da scoprire. Seppure importanti, rimangono ancora poche le realtà isolane che si affacciano al mondo delle start up usufruendo di fondi ad alto capitale di rischio. Per un imprenditore è certamente più facile scommettere su una realtà già avviata, ma il coraggio di alcuni e il sostegno dei grandi investitori hanno permesso di lanciare comunque, anche in Sicilia, realtà imprenditoriali innovative diventate di primo livello. Ma queste rappresentano ancora una fortissima minoranza rispetto alla maggioranza delle start up presenti sul territorio, sostenute da uno o più capitali ad alto rischio. A dimostrare questa realtà sono gli ultimi dati diffusi da Aifi che confermano la Lombardia capitale del capital venture e sorprendentemente la Sardegna come seconda regione italiana per “attrattività” dei fondi.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 31 agosto 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus