Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Treni, la Sicilia è ultima per puntualità
di Rosario Battiato

Tra gennaio e agosto 2016, le corse sul territorio regionale sono state oltre 76 mila, di cui meno dell’1% cancellate. Dati Trenitalia: nell’Isola solo 85 convogli su 100 arrivano in orario, contro i 96 del Friuli Venezia Giulia

Tags: Trenitalia, Trasporti, Treno, Sicilia



PALERMO – Luci e ombre sulle ferrovie dell’Isola. Per i primi otto mesi di quest’anno Trenitalia ha registrato, rispetto allo stesso periodo del 2015, la tendenza in crescita della puntualità del servizio e la contemporanea riduzione delle cancellazioni. Numeri che, pur avvicinandosi alla media nazionale, restano ancora gli ultimi a livello nazionale. Tra le regioni italiane la migliore è il Friuli Venezia Giulia con un dato record per puntualità dei propri treni. Anche Bolzano, Veneto e Trento si piazzano tra le più efficienti.
Cominciamo dalle buone notizie. Nei giorni scorsi Trenitalia ha diffuso una nota con i dati statistici compresi tra gennaio e agosto del 2016 per valutare ritardi e cancellazioni.

“Ogni cento treni regionali – riportiamo dalla nota – 85 sono quelli puntuali arrivati a destinazione entro i cinque minuti dall’orario previsto”. Una percentuale che sale di quattro punti percentuali, quindi fino all’89%, nella fascia dei pendolari del mattino. Il calcolo è stato effettuato su 76.757 corse che Trenitalia regionale ha messo a disposizione dei pendolari isolani in quest’anno. La statistica prende in considerazione tutti i ritardi che coinvolgono i circa 35 mila viaggiatori che ne giorni feriali utilizzano i treni regionali. Rispetto al 2015 la tendenza migliora sensibilmente di 4 punti percentuali con buoni risultati anche nelle ore più critiche, quelle definite come fasce pendolari: 1,7 punti percentuali in più e 0,6 punti percentuali in più al mattino, fra le 06.00 e le 10.00.

Resta ancora lontana la media nazionale. Un comunicato del gruppo Fs ha messo in evidenza che “ogni cento treni regionali di Trenitalia, sono poco meno di 91 (90,8%) quelli giunti a destinazione puntuali, ossia arrivati non oltre i cinque minuti dall’orario previsto, nel primi otto mesi del 2016”. Una percentuale che si spinge fino al 93,2% nella fascia dei pendolari del mattino e che si ferma a 89,5% in quella pomeridiana. Le corse in circolazione sono state 1,2 milioni, quindi 1,2% in più rispetto al 2015 e +3% rispetto al 2014.

Il quadro regionale premia alcune regioni più di altre. In cima troviamo il Friuli Venezia Giulia con 96 treni su 100 puntuali, seguono le province autonome di Trento e Bolzano, rispettivamente con 95,1 e 94,1. Dopo il podio troviamo l’Abruzzo (93). Superano il 90 buona parte delle regioni italiane mappate da Trenitalia: Calabria, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Toscana, Umbri e Veneto. Al di sotto di questo valore, in compagnia della Sicilia, troviamo anche la Basilicata (87 su 100). La Sicilia, stando a questi risultati, resta comunque l’ultima regione per puntualità del servizio.

Su 76.757 treni regionali circolati in Sicilia, le corse cancellate tra quelle programmate si sono mantenute sotto l’1%, e soltanto lo 0,53% per cause ascrivibili a Trenitalia regionale. Erano state l’1,77% nei primi otto mesi del 2015 e il 2,18% nel 2014. Anche in questo la media isolana si discosta in negativo dal dato nazionale: sotto l’1% delle corse programmate quelle cancellate e soltanto lo 0,4% per cause ascrivibili a Trenitalia regionale. Il dato continua ad avere una tendenza positiva: l’1,5% nello stesso periodo del 2015 e il 2,1% nel 2014.

Articolo pubblicato il 08 settembre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus