Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

La lunga stagione del Ponte, ddl alla Camera a dicembre
di Raffaella Pessina

Lo ha comunicato ieri con un tweet il ministro dell’Interno, Angelino Alfano. Messina, sindaco di Villa San Giovanni: “Siamo assolutamente favorevoli”

Tags: Stretto Di Messina, Ponte Sullo Stretto, Angelino Alfano



 
PALERMO - E' bastata una frase del Premier Renzi sulla necessità di fare il Ponte sullo Stretto per scatenare una accesa polemica a livello nazionale e regionale. È notizia di ieri intanto che il ddl sulla realizzazione dell’ormai famoso ponte andrà in Aula alla Camera a dicembre. Lo ha comunicato con un tweet il ministro dell’Interno Angelino Alfano. Tuona contro questi propositi il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli (Lega Nord).
 
“Oggi (ieri per chi legge) la maggioranza ha votato contro il mio ordine del giorno, su cui ovviamente il Governo aveva dato parere contrario, con cui chiedevo al Governo di impegnarsi ad utilizzare le risorse del poco verosimile ponte sullo Stretto, in tutto circa oltre 8 miliardi, per la ricostruzione delle aree devastate dal sisma (oltre 4 miliardi) e nella restante parte per la prima messa in sicurezza dei territori a rischio”. Amareggiato ha proseguito dicendo che “il Governo e la maggioranza hanno risposto picche, meglio usare questi 8 miliardi per il faraonico ponte sullo Stretto. Del resto, con l’avvicinarsi delle elezioni regionali in Sicilia, forse non è un caso che ancora una volta si facciano spot elettorali con i soldi dei contribuenti, alla faccia di tutte quelle persone che nel sisma hanno perso i loro cari, le loro case e anche il lavoro”.

Di parere opposto il sindaco di Villa San Giovanni, Antonio Messina. “Siamo assolutamente favorevoli. Il ponte è un’opera che porterà altre infrastrutture. Sul territorio del comune dell’area metropolitana di Reggio sorgerà uno dei due piloni su cui poggerà il ponte. Nella cittadina del Reggino, dal cui terminal portuale transita il traffico da e per la Sicilia, del resto, i lavori per la costruzione del grande manufatto sono già iniziati, con la realizzazione della variante ferroviaria che dovrebbe accogliere il traffico su rotaia diretto sull’altra sponda dello Stretto proteggendo i treni quando il cantiere sarà aperto. “Il ponte - ha detto Messina - comporterà una maggiore attenzione da parte del governo verso il Mezzogiorno. Non vogliamo, però, altri proclami - aggiunge - ma azioni concrete, anche perché si rischia di incorrere nelle penali in caso di rinuncia al progetto”.

Articolo pubblicato il 30 settembre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus