Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Regione siciliana, rosso da 14,2 miliardi
di Raffaella Pessina

La bacchettata della Corte dei Conti: forestali, società partecipate, personale e pensionati vere zavorre. Baccei: “Conti sani”. Ma su ciascun siciliano grava un debito di 2.859 di euro

Tags: Regione Siciliana, Bilancio, Corte Dei Conti, Alessandro Baccei



Da un’indagine condotta da Il Sole 24 Ore sui rendiconti 2013 e 2014 approvati ed esaminati dalla Corte dei Conti, la Sicilia occupa il terzo posto nella top ten delle regioni italiane con grave indebitamento. Lo studio parla di un “rosso” di 6 miliardi che si traduce in un disavanzo pro-capite di 1.216 euro.
In realtà, la situazione è molto più critica di quella fotografata dal quotidiano di Confindustria.
L’assessore regionale all’Economia, Alessandro Baccei, in un’intervista rilasciata al Quotidiano di Sicilia lo scorso giugno, ha parlato infatti di un “rosso” da 14,2 miliardi risultante da disavanzo e indebitamento.
Rimodulando pertanto la suddivisione del debito sui siciliani che al 31 dicembre 2015 secondi i dati Istat risultano essere 4.965.669 unità, si arriva alla spaventosa cifra pro-capite di 2.859 euro.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 06 ottobre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐