Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

20 milioni ai Consorzi comunali e alle Città metropolitane
di Valeria Arena

Decreto dell’assessorato alle Autonomie locali e dell’assessorato all’Economia del 22/09/16. Assegnati inoltre 173 mln a Comuni per spese sostenute per precari

Tags: Palermo, Cipe, Città Metropolitana, Catania, Ars



PALERMO - Nella settimana, assolutamente inconcludente, che ha visto litigare i deputati dell’opposizione dell’Assemblea regionale siciliana e l’assessore all’economia Baccei sul Ddl “disposizioni contabili”, necessario per regolarizzare i 130 milioni di debiti fuori bilancio delle Regione, e sul rendiconto generale per l’esercizio finanziario per l’anno 2015, arriva la notizia dell’assegnazione dei quasi 20 milioni di euro ai Liberi Consorzi comunali e alle Città metropolitane grazie al decreto dell’assessorato alle Autonomie locali e dell’assessorato all’Economia del 22 settembre 2016, pubblicato ieri sulla Gazzetta Ufficiale della Regione.

In particolare, 18 milioni sono stati ripartiti in proporzione alla assegnazione dell’anno 2015; un milione e 150 mila euro sono stati destinati ai servizi socio-assistenziali obbligatori in proporzione alla spesa storica sostenuta dagli enti nel triennio 2013/2015. L’elenco dei beneficiari e la relativa ripartizione sono allegati alla Gazzetta.

Inoltre, sempre nella giornata di ieri, sono stati assegnati 173 milioni di euro ai comuni siciliani a parziale copertura delle spese sostenute per i precari, secondo il decreto dell’assessorato regionale delle Autonomie e dell’assessorato alla Famiglia del 27 settembre 2016, che prevede la rideterminazione, per l’anno 2016, del piano di riparto delle somme relative al “Fondo straordinario per compensare gli squilibri finanziari delle autonomie locali derivanti dall’abrogazione delle norme recanti misure in favore dei lavoratori socialmente utili”. Anche in quest caso l‘elenco dei comuni beneficiari con le relative somme è allegato alla Gazzetta.

Articolo pubblicato il 08 ottobre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus