Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Università, affitti in Sicilia. A Palermo i prezzi più alti
di Liliana Rosano

Solo Affitti: nel capoluogo siciliano 175 euro per una camera singola. Catania la più economica (157 euro per un posto letto)

Tags: Affitto, Palermo, Sicilia, Università



PALERMO - Chi ha deciso di studiare a Palermo, quest’anno ha visto crescere il costo di un posto letto del 25 per cento. Nel capoluogo siciliano, occorrono 175 euro per una camera in un appartamento da condividere. Si risparmia invece a Catania, considerata da Solo Affitti, che ha condotto questa ricerca, tra le città più economiche per gli studenti. Nel capoluogo etneo, gli studenti pagano 157 per un posto letto. Con 396 euro, Milano si conferma la città più cara d’Italia. Il rincaro del costo medio dei posti letto c’è stato soprattutto, secondo Solo Affitti, a Torino (+25%; 220 euro), Palermo (+22%; 175 euro) e Siena (+10%; 275 euro) mentre la crescita dei canoni è stata più contenuta a Roma e Perugia (+7%), con prezzi medi rispettivamente di 360 e 190 euro. A Milano i prezzi sono in linea con quelli dell’anno scorso (396 euro), ma il capoluogo lombardo si conferma essere il più caro d’Italia.

Secondo il monitoraggio effettuato da Solo Affitti nelle principali città universitarie, ci sono comunque quasi 430 mila case vuote. La ricerca mostra come ai prezzi mediamente alti degli affitti universitari in città come Siena, Pisa e Ferrara corrisponda una grande percentuale di abitazioni non occupate, rispettivamente del 21,7%, 19,6% e 15,6, che potrebbero essere anche messe a disposizione dagli studenti. Viceversa a Milano, Napoli e Firenze è molto basso il numero di case vuote (rispettivamente 5,8%, 3,9% e 3%), e questo porta ad un aumento dei costi . E nonostante tutto ci sono 37 mila abitazioni vuote a Milano, 14 mila a Napoli e oltre 5 mila a Firenze.

Il costo dei posti letto ha una sua mappa geografica che varia lungo lo Stivale. Il costo dei posti letto è diminuito in modo più deciso soprattutto a Pescara e Catanzaro (-18%), dove il costo medio delle stanze è rispettivamente di 189 e 164 euro. A Napoli gli studenti alla ricerca di una stanza pagano mediamente 238 euro, il 13,5% in meno rispetto all’anno scorso, mentre a Firenze l’esborso è di 253 euro, il 10% in meno rispetto al 2015. La città con i posti letto più a buon mercato, secondo Solo Affitti, è, come dicevamo, Catania con una media di 157 euro.

Rispetto a Milano (500 euro), a Roma per una singola si pagano quasi 100 euro in meno (404 euro). Seguono, con valori analoghi, Firenze (319 euro), Bologna (310 euro), Trento, Pisa e Siena si attestano attorno ai 300 euro. Le singole più economiche sono state rilevate a Perugia (190 euro) e con qualche euro di spesa in più (200 euro) anche a Ferrara (unica città del Nord), Palermo e Catania.

Articolo pubblicato il 09 novembre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus