Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Scuola dell'Infanzia: 2,4 mln di euro per bambini con disagi
di Massimo Piccolo

Stanziamento stabilito da un decreto emanato dall’assessorato Istruzione

Tags: Infanzia, Scuola



PALERMO - La recente L.r.  n. 20 del 29-9-2016, ha previsto uno stanziamento di 2.400.000,00 euro per le scuole dell’infanzia non statali, per l’erogazione di un contributo da erogare al fine di garantire priorità all’accoglienza gratuita degli alunni in condizioni disagiate per un massimo di due alunni per sezione. Con decreto n. 6584 del 28/10/2016, il competente assessore all’Istruzione e formazione professionale, ha emanato il decreto attuativo delle modalità di fruizione del beneficio, che all’art. 1 prevede che: “A decorrere dall’anno scolastico 2016/17, possono ottenere il contributo di cui all’art. 7 della Legge regionale 29 settembre 2016 n. 20 le scuole dell’infanzia paritarie a condizione che accolgano gratuitamente alla frequenza almeno 2 alunni”.

Gli alunni si devono trovare in una delle seguenti condizioni economiche:
- in condizione di disabilità certificata;
- ovvero di disagiate condizioni economiche.

Ai fini del contributo in questione, sono da considerarsi alunni di disagiate condizioni economiche quelli componenti di un nucleo familiare in possesso di un Indicatore della situazione economica equivalente (Isee) relativa all’anno precedente non superiore ad euro 12.058,82. Per ottenere il contributo, le scuole dell’infanzia paritarie, dovranno fare una specie di “Interpello”, pubblicando un apposito avviso per le famiglie degli alunni, invitandole a richiedere la frequenza gratuita e dovranno ammettere gli alunni secondo il seguente ordine di priorità:
- alunni in condizione di disabilità certificata, nell’ordine dato dall’importo Isee
- alunni di disagiate condizioni economiche, nell’ordine dato dall’importo Isee non
superiore ad euro 12.058,82.

Il contributo sarà concesso:
- per le scuole dell’infanzia paritaria composte da una sola sezione, per un numero massimo di 2 alunni a condizione che la sezione sia composta da almeno 8 alunni;
- per le scuole dell’infanzia paritaria composte da più di una sola sezione, per un numero massimo di 2 alunni per sezione composta da almeno 15 alunni.

Il contributo massimo sarà di 1.500,00 euro per alunno ammesso gratuitamente. Per richiedere il contributo, le scuole dell’infanzia paritaria dovranno presentare apposita istanza al Dipartimento regionale sopra detto, entro 30 giorni dalla pubblicazione del decreto nel sito web dell’assessorato all’Istruzione. Il Dipartimento dell’istruzione, provvederà, previa verifica dei requisiti di legge per i pagamenti disposti da enti pubblici in favore di soggetti privati (Durc, ecc...), all’erogazione del contributo per l’intero ammontare in unica soluzione.

Articolo pubblicato il 16 novembre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus