Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Strade scassate, morti annunciate
di Rosario Battiato

Istat 2015: in Sicilia 8.797 incidenti sulle strade urbane con 99 morti e 12.510 feriti. Costi sociali tra i più elevati d’Italia. La spesa siciliana pro-capite in viabilità è inferiore a quella delle grandi città italiane

Tags: Istat, Sicilia, Viabilità



PALERMO - Strade urbane abbandonate al proprio destino, Trasporto pubblico locale spesso inferiore alle necessità della popolazione e troppe macchine private in circolazione. Sono questi gli elementi di una combinazione esplosiva che rende estremamente pericoloso circolare sulle strade urbane della Sicilia.
Lo certificano anche i dati Istat relativi al 2015: il maggior numero di incidenti automobilistici nell’Isola si è infatti verificato sulle strade urbane (8.797, l’81% del totale), provocando 99 morti (44,0% del totale) e 12.510 feriti (77,1%). Le strade urbane del palermitano sono le più pericolose, con 2.405 incidenti; seguono quelle dell’area etnea con 2.176 incidenti, e quindi quelle trapanesi con 1.275 a chiudere il podio.
Una tendenza da invertire al fine di garantire una maggiore sicurezza.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 24 novembre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus