Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

UniPa, inaugurato in Sicilia il secondo Camplus College
di Redazione

La sede ospita 110 posti letto e l’85% degli studenti con borse di studio. Anticipata solo da Catania, la stuttura è l’11esima in Italia

Tags: Unipa, Università, Palermo, Camplus College, Miur



PALERMO - Taglio del nastro, a Palermo, di una residenza universitaria sul modello dei college americani. Si chiama Camplus College ed è stata inaugurata nel quartiere Albergheria, in via dei Benedettini 5. La struttura, realizzata dalla Fondazione Ceur, Centro europeo Università e ricerca, riconosciuta legalmente dal Miur, è l’undicesima sede italiana e la seconda in Sicilia dopo Catania.
 
La nuova sede di Palermo, che conta 110 posti letto distribuiti su tre piani, ospita, per l’85%, studenti che usufruiscono di una borsa di studio. Camplus College Palermo si trova a 600 metri dalla cittadella universitaria, ben collegato con le principali sedi universitarie decentrate. La stazione centrale è a 15 minuti a piedi, mentre la fermata della metropolitana dista 500 metri. Le camere, singole e doppie, sono completamente arredate.

All’inaugurazione hanno partecipato il sindaco di Palermo Orlando, il Rettore dell’Università di Palermo Micari, il sottosegretario al ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca Faraone, e il fondatore e ceo di Camplus, Maurizio Carvelli. “La struttura, ospitata all’interno di un edificio settecentesco interamente ristrutturato - ha spiegato il  Carvelli - è caratterizzata da un elevato livello residenziale e qualitativo. Gli studenti che vi sono ospitati hanno la possibilità, inoltre, di usufruire di un importante servizio di community, orientamento e formazione che consente loro di collegarsi ai network di studenti e aziende che abbiamo in tutta Italia e di potere essere supportati da una direzione composta da direttori, responsabili formativi di community e responsabili careers service e di una rete di oltre 500 tutor specializzati che li sostiene nelle loro scelte e li indirizza per la vita futura”.

In Camplus College sono fondamentali le relazioni che si creano all’interno delle strutture, è per questo che sono statirealizzati tanti spazi dove studiare e imparare, ma anche divertirsi insieme dando così importanza all’aspetto sociale. Gli studenti possono usufruire, infatti, di una sala ristorazione, un auditorium modulabile, una biblioteca, sale studio, sale workshop e quelle ricreative, una palestra pluriattrezzata, una lavanderia e 150 metri quadrati esterni.
 
Le residenze universitarie Camplus College, che in Italia ospitano oltre 1.000 studenti, sono progettate appositamente per garantire le migliori condizioni abitative, di studio e per il tempo libero. Ogni struttura è dotata di comfort di standard elevato, di camere o appartamenti e aree comuni attrezzati per incentivare lo svolgimento delle attività offerte.
 
“Per noi - spiega Carvelli - ogni studente è un cantiere, ci prendiamo cura di ciascuno di loro, che vuol dire non solo sostenere il loro percorso di studi, ma anche rispondere alle loro esigenze e necessità relative al futuro. Per questo, uno dei nostri grandi obiettivi è proporre attività formative e multidisciplinari non formali che hanno lo scopo di far emergere il talento e di coltivare le proprie passioni. Per questo la relazione con ciascuno studente e il legame con il mondo accademico, culturale e produttivo è alla base del nostro successo. Un’ampia offerta di laboratori; tutorati; corsi d’introduzione al mondo del lavoro; corsi di lingua; incontri con esperti e visite in aziende; corsi a crediti formativi; momenti di community, dallo sport ai viaggi, alle feste, sono tutte attività che costituiscono un importante investimento sul futuro degli studenti. Ne è la prova anche il focus sul mondo del lavoro tramite un Careers service interno che si occupa di orientare lo studente verso il suo futuro professionale dandogli la possibilita’ di entrare in contatto con grandi realta’ e professionisti”.

Articolo pubblicato il 30 novembre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐