Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Cantieri, oltre 10mld di promesse
di Rosario Battiato

Il Patto per la Sicilia vale 5,7 mld di euro, per la TAV light Palermo-Catania-Messina previsti circa 9 mld di euro. Da turismo a strade, da edilizia a rifiuti: il rischio è la solita fiera delle vacuità

Tags: Patto Per La Sicilia, Turismo, Infrastrutture, Edilizia



PALERMO - I 5,7 miliardi di euro previsti col Patto per la Sicilia non sono sbucati dal nulla. Si tratta di stanziamenti che, nella maggior parte dei casi, fanno parte di dotazioni finanziarie già previste nel passato e ancora congelate perché non spese dalla Regione. Avere i soldi, in altri termini, non significa saperli utilizzare adeguatamente e la Sicilia degli anni scorsi è un esempio da non seguire: fondi rispediti al mittente, tempi medi per la realizzazione tra i più alti d'Italia e record nazionale delle opere incompiute (cioè avviate e mai completate).
Adesso il governo nazionale ha fatto ordine e in alcuni casi ha già aperto i rubinetti – dal dissesto alla riqualificazione passando per la depurazione – ma la vera protagonista sarà la Regione che dovrà essere in grado di orchestrare l'intero percorso senza perdersi in labirinti burocratici.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 01 dicembre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐