Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Cittadella Giustizia, a un passo la firma dell'accordo attuativo
di Melania Tanteri

Dal Patto per il Sud dovrebbero arrivare 40 mln € per trasferire diversi uffici nell’ex Palazzo delle Poste. Meliadò, presidente Corte d’Appello: “A gennaio verrà predisposto il progetto”

Tags: Catania, Giustizia



CATANIA - Sembra quasi fatta. La realizzazone della Cittadella della Giustizia nell’ex palazzo delle Poste di viale Africa sembra sempre più vicina. A breve, infatti, dovrebbe essere firmato l’accordo attuativo per procedere con l’iter, almeno stando a quanto affermato al Palazzo di Giustizia, in occasione del convegno “Organizzazione del lavoro di giudici e avvocati, e qualità della giustizia”, durante il quale ha preso la parola il presidente della Corte d’appello, Giuseppe Maliadò, secondo cui “l’accordo attativo sul palazzo delle Poste – ha riferito alla stampa cittadina – ci consentirà, già nel mese di gennaio, di passare alla predisposizione del progetto”. Per poi passare allo step successivo, ovvero l’individuazione della stazione appaltante.

Maliadò ha continuato a fornire dettagli sulla realizzazione di una delle strutture di cui in città si parla da anni, ma per la quale si erano accese sempre polemiche, in particolare intorno al luogo nel quale avrebbe dovuto sorgere. Inizialmente l’edificio di viale Africa, poi l’ex presidio ospedaliero Ascoli Tomaselli e ora nuovamente l’ex Palazzo delle poste. Il presidente ha affermato che l’opera sarà realizata da soggetti pubblici e che il finanziamento di 40 milioni potrebbe arrivare con i fondi del Patto per il Sud.
Una volta completati i lavori, la nuova struttura ospiterà tra gli altri, gli uffici Civili, il Giudice di Pace, il Tribunale del Lavoro, gli uffici della Polizia giudiziaria, mentre il resto resterà nella sede di piazza Verga.

Una vera e prorpia boccata di ossigeno rispetto a una problematica seria, quella dell’assenza degli spazi per la giusitiza, segnalata a ogni inaugurazione dell’anno giudiziario. Come evidenziato lo scorso anno dal presidente del Tribunale, Bruno De Marco, tra quelli che da tempo invocavano soluzioni e che accoglie con favore la notizia della firma dell’accordo per la realizzazione della Cittadella della Giustizia.

Una buona notizia, dunque, per il sistema giudiziario locale che potrà presto contare su nuovi spazi, anche se, per vedere la nuova struttura completata occorreranno degli anni. Per questo, per ovviare al pressante problema della carenza dei luoghi, dovrà essere torvata una soluzione per ovviare al problema, nelle more del completamento della nuova cittadella. Soluzione che potrebbe già essere stata individuata nell’ex provveditorato di Viale Vittorio Veneto. Alcuni uffici che troverebbero, in futuro, collocazione nel nuovo edificio di viale Africa, potrebbero per qualche tempo essere ospitati lì.

Articolo pubblicato il 10 dicembre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus