Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Natale low cost ed ecosostenibile si può, ecco tutti gli accorgimenti
di Michele Giuliano

Legambiente: preferire i prodotti di stagione Made in Italy provenienti da filiere certificate. Si consigliano i regali ottenuti con il riuso degli oggetti già utilizzati

Tags: Natale, Legambiente



PALERMO - Con l’Immacolata alle spalle oramai è partita la caccia ai doni per natale. Un mercato quindi che ha avuto la sua spinta propulsiva e che si prolungherà sicuramente sino al prossimo 24 dicembre. Questo Natale però, figlio di una lunga crisi, potrà essere quello reale della svolta per i consumatori: in un tempo in cui non ci sono molti soldi da investire si può optare per acquisti eco-sostenibili, solidali e rispettosi dell’ambiente.

Dalle decorazioni in legno, ceramica e stoffa da cercare, ad esempio, nei mercatini di Natale, alla carta riciclata per impacchettare i regali; dalle lucine intermittenti a led alla scelta di un menù di Natale biologico, con prodotti “a chilometro zero”.

Si può scegliere di muoversi per la città, alla ricerca dei regali, con i mezzi pubblici oppure organizzare spostamenti di gruppo in automobile; un modo per divertirsi e ridurre allo stesso tempo l’impatto ambientale. Le idee sono tante, anche per quanto riguarda la scelta del regalo: si può optare per un libro realizzato con la carta riciclata o si può scegliere l’originalità, con il riuso degli oggetti già utilizzati, per trasformarli e dare loro un nuovo valore e una nuova destinazione.

E i consigli per l’acquisto di regali ecosostenibili arrivano anche da Legambiente: dalla scelta di prodotti locali alla ricerca di addobbi realizzati con materiali naturali o con oggetti riciclati. Ancora, Natale può essere anche un’occasione preziosa per conoscere e sostenere piccole realtà imprenditoriali e prodotti artigianali di qualità come i panettoni e le birre artigianali.

Così, per i regali di Natale, Legambiente consiglia di optare per oggetti e prodotti provenienti da filiere certificate. Per un Natale sostenibile anche a tavola, Legambiente invita a fare una spesa intelligente, magari aiutandosi con una lista dettagliata di quello che serve, e a scegliere prodotti tipici ‘Made in Italy’, di qualità e di stagione, provenienti se possibile da agricoltura biologica o dal circuito del commercio equosolidale. Durante i pranzi e i cenoni di Natale e capodanno meglio evitare stoviglie usa e getta, consiglia Legambiente, e preferire tovaglioli di stoffa a quelli di carta. Ancora, consumare gli avanzi nei giorni successivi o riutilizzarli come ingredienti per nuovi piatti.

L’associazione ambientalista promuove un piano per aiutare le imprese e i giovani produttori locali dei territori colpiti dal sisma. “L’agricoltura è una delle attività produttive più rilevanti e il principale volano di queste terre”, dichiara Rossella Muroni, presidente di Legambiente. Per quanto riguarda gli acquisti online, il Centro europeo consumatori ricorda ai consumatori di prestare attenzione alla normativa in materia, con particolare riguardo al diritto di recesso, che può essere esercitato entro 14 giorni dal ricevimento della merce e che non è però valido per tutti i tipi di acquisto. In particolare, il diritto di recesso non può essere esercitato in caso di merce preparata su misura; per i contratti del tempo libero, per i quali la prestazione deve essere eseguita in una determinata data o in un determinato periodo; per i biglietti dei concerti, per i pacchetti viaggio, per i biglietti aerei. Inoltre, non si può far valere nessun diritto di recesso qualora una merce sigillata, come Cd, Dvd, giochi al Pc, venga aperta.

Articolo pubblicato il 16 dicembre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus