Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Web, in Sicilia 800 mila famiglie sconnesse
di Rosario Battiato

Istat: aumentano gli italiani collegati alla banda larga, ma nell’Isola 4 nuclei familiari su 10 non hanno accesso alla rete. Sette aziende su 10 hanno un proprio sito, tuttavia le competenze digitali languono in tutto il Paese

Tags: Web, Internet, Sicilia, Banda Larga, Istat



PALERMO – Arrivano i nuovi dati relativi all’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Ict) da parte di cittadini e imprese. A fare il quadro generale è l’ultimo rapporto dell’Istat pubblicato ieri. La Sicilia continua ad arrancare con risultati inferiori alla media nazionale per utilizzo di internet nelle famiglie.

Aumentano gli italiani connessi alla rete: nel 2016 la stima della quota di famiglie che accedono a internet mediante banda larga, con una preferenza per la connessione fissa (adsl, fibra ottica, ecc.), sale al 67,4%, rispetto al 64,4% del 2015. Circa 6 persone su 10 (63,2%) si sono connesse alla rete nell’ultimo anno (+3% sul 2015), mentre poco meno della metà (45%) effettua un accesso quotidiano. L’età resta ancora una barriera determinante tra i fattori di utilizzo: l’accesso in rete coinvolge oltre il 91% dei giovani anche se si registra una crescita significativa tra i 60-64enni (da 45,9% a 52,2%).

Numeri importanti anche per le imprese: più di 7 su 10 (71,3%) con almeno 10 addetti dispongono di un proprio sito web o pagina su internet, 3 su 10 hanno sul sito un link al proprio profilo social mentre quasi 4 su 10 utilizzano un social media. Tuttavia le competenze digitali all’interno delle imprese restano assai limitate, infatti soltanto il 12,4% di quelle con almeno 10 addetti sceglie di svolgere le funzioni Ict per lo più con addetti interni mentre il 61,9% ricorre a personale esterno.

Resta stabile, intorno al 98%, la quota di imprese con almeno 10 addetti che utilizza internet, mentre cresce di poco la quota di quelle che si connettono in banda larga mobile.

Non tutta l’Italia si presenta allo stesso modo. Le statistiche relative agli scostamenti regionali dalla media italiana delle famiglie che dispongono di un accesso a banda larga registrano in Sicilia valori negativi pari al -7,1 (valori per 100 famiglie con le stesse caratteristiche) per il 2015 e -8,5 per il 2016. Il quadro impietoso è certificato dall’Istat: “sul territorio le differenze tra le regioni sono ancora notevoli nel 2016, a vantaggio del Centro e del Nord Italia; le regioni con il minor tasso di diffusione della banda larga tra le famiglie sono Calabria e Sicilia”. 

Andando più in dettaglio, scopriamo che ci sono 793 mila famiglie in Sicilia, secondo dato nazionale, che non dispongono di accesso ad Internet. Si tratta del 10% del dato nazionale (7 milioni di famiglie) e del 39% del totale delle famiglie isolane, un dato che supera di nove punti percentuali la media nazionale (30,5%).

Numeri contenuti che vengono confermati anche nelle statistiche relative all’utilizzo di internet, cioè le persone maggiori di 6 anni che nell’ultimo anno hanno effettuato accesso alla rete. In Sicilia ci sono state 2,5 milioni di persone che hanno dichiarato di fare uso di internet, anche se tra queste soltanto 1,7 milioni hanno specificato di utilizzare la rete quotidianamente. Statisticamente il 43,7% degli isolani, cioè 4 su 10, non utilizza internet. È un dato elevatissimo che supera di quasi dieci punti quello medio nazionale (34,9%).
Le attività più diffuse tra i siciliani online sono i contenuti video da servizi di condivisione (ad esempio youtube), un’azione che coinvolge il 63% degli utenti connessi, ma anche la partecipazione ai social network, che ha ottenuto lo stesso risultato.

Articolo pubblicato il 22 dicembre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus