Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Sindaci, è il momento di spendere
di Rosario Battiato

I soldi per finanziare gli investimenti ci sono, adesso servono i progetti per far partire subito i cantieri. Intercettare le risorse Ue e Fsc, utilizzando anche Cassa depositi e prestiti e Bei

Tags: Sicilia, Investimenti, Sviluppo, Economia, Enti Locali



PALERMO - Il tempo dei piagnistei è finito: è arrivato il momento di rimboccarsi le maniche e investire nuovamente sulla Sicilia e sul suo futuro, a partire dai Comuni e dalle possibilità offerte dal territorio.
I soldi, d’altronde, ci sono. Occorre però predisporre i progetti adatti a intercettarli, perché se è vero che le fonti di finanziamento sono numerose, è altrettanto vero che troppo tempo è stato perso finora ed è necessario mettersi immediatamente a correre con l’obiettivo di  colmare il gap - in termini infrastrutturali e di ricchezza - accumulato nei confronti del Nord Italia.
Come detto, i canali di finanziamento per intraprendere questo percorso sono numerosi, a partire dai finanziamenti Ue fino ad arrivare ai Fas, passando per Cassa depositi e prestiti e Bei.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 29 dicembre 2016 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus