Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Sicilia, cataclismi annunciati
di Rosario Battiato

Quasi 1.500 kmq in pericolo di frana, 400 zone a massimo rischio idrogeologico e 100 mila cittadini nel mirino. Comuni senza piani e metà dei fondi per la prevenzione lasciati a marcire

Tags: Sicilia, Nubifragio, Dissesto Idrogeologico, Alluvione, Frana



PALERMO – Non è soltanto il potenziale del rischio naturale a dover preoccupare i siciliani, ma c’è molto di più. La Sicilia, infatti, riesce nella grande impresa di associare la fragilità congenita del territorio – lo confermano i numeri su frane, alluvioni e sismicità – a una prevenzione spesso assente (o superficiale, nel migliore dei casi) e al clamoroso ritardo nella definizione dei piani di emergenza (soltanto un comune su due li ha aggiornati) per i quali il dipartimento regionale della protezione civile ha giustamente diramato un decreto chiedendo di conoscerne lo stato di avanzamento.
In mezzo a tutte queste criticità si confermano i ben noti ritardi nella spesa dei fondi, anche se un recente aggiornamento fornito da #italiasicura ha confermato l’avvio di almeno 99 cantieri entro il 2017.
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 27 gennaio 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus