Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Il Cdm nomina Silvana Riccio prefetto di Catania
di Redazione

Giuseppe Berretta (Pd): “In questi anni diverse opacità, dal Cara ai rifiuti”

Tags: Catania, Prefetto, Silvana Riccio



CATANIA – Dalla patata bollente del Cara di Mineo ai numerosi interessi della mafia catanese, a partire dai rifiuti. Sono tanti i nodi che il prefetto Silvana Riccio, nominata ieri mattina dal Consiglio dei ministri, dovrà sciogliere a Catania. Prende il posto di Maria Guia Federico, trasferita a sua volta a Campobasso.

Di Riccio, fama di prefetto di ferro conquistata in un lungo girovagare per l’Italia, si è parlato molto sui giornali quando, da dirigente generale del Comune di Napoli, ha opposto al sindaco De Magistris il suo rifiuto ad autorizzare l’assunzione di circa 300 maestre precarie perché si sarebbero sforati i limiti di spesa consentiti dalla legge. Un “no” che le è costato il licenziamento.

Più recentemente è stata commissaria straordinaria a Casal di Principe, centro indiscusso della camorra casertana e tra i principali teatri della narrazione di Roberto Saviano. A proposito dell’esperienza campana - come si legge in un articolo pubblicato su La Stampa l’8 marzo del 2014 - ha dichiarato: “La scommessa è riportare alla normalità l’attività amministrativa. Fornire l’erogazione dei servizi fondamentali come l’acqua al territorio diventa l’obiettivo sul quale si misura la credibilità dello Stato”.

Al nuovo prefetto gli auguri del sindaco di Catania, Enzo Bianco, il quale ha voluto ringraziare Maria Guia Federico che “ha guidato con mano ferma Catania rispondendo sempre con estrema celerità alle esigenze di sicurezza e alle emergenze sociali della città”;.
La nomina di Silvana Riccio è stata saluta con favore anche da Giuseppe Berretta, deputato del Pd che non ha nascosto le sue perplessità sulla gestione Federico: “è una giornata importante per Catania. La nomina del nuovo prefetto, Silvana Riccio, ci lascia ben sperare per il futuro della nostra città, che in questi ultimi anni ha conosciuto una stagione in cui non sono mancate le opacità nella gestione di molte vicende importanti, dal Cara di Mineo all’appalto per i rifiuti”.

“In questi anni – ha proseguito Berretta - ho chiesto con insistenza che importanti atti adottati dalla Prefettura di Catania fossero trattati con assoluta trasparenza, in particolare in riferimento ai compensi ai commissari della Oikos stabiliti dal’ormai ex Prefetto Maria Guia Federico. Ma anche sulla delicatissima questione del Cara di Mineo, al centro delle inchieste giudiziarie di tre Procure, ho sempre sperato che il Prefetto Federico assumesse interventi più decisi per chiudere definitivamente con il passato”.

Articolo pubblicato il 28 gennaio 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus