Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Iscrizioni anticipate e servizi digitali. Unipa si presenta ai futuri studenti
di Gaspare Ingargiola

Durante la “Welcome week” sono state annunciate le novità previste per il prossimo anno accademico. Informatizzazione delle procedure, pagamenti online e test d’ingresso a marzo

Tags: Università, Palermo, Unipa



PALERMO - All’Università di Palermo è già tempo di pensare all’anno accademico 2017/2018. Il rettore Fabrizio Micari, nell’ambito della “Welcome Week” per raccontare l’Ateneo del capoluogo siciliano agli studenti liceali, ha presentato, affiancato dal vicesindaco Emilio Arcuri, tutte le novità in vista del prossimo anno: test online, nuovi corsi, immatricolazioni anticipate ad agosto, digitalizzazione delle procedure. Partiamo dai numeri: per il 2017/2018 sono previsti 125 corsi di studio (66 di primo livello e a ciclo unico e 59 di magistrale) ma si attende il via libera del Cun e dell’Anvur per l’attivazione di quattro corsi di Igiene dentale, Dietistica, Sistemi Turistici e gestione dell’ospitalità e Architettura e ambiente costruito. I primi due sono peraltro abilitanti per igienisti dentali e dietisti. Inoltre è prevista l’apertura di un secondo canale del corso di laurea in Scienze del Turismo presso il polo di Trapani.

Alla “Welcome Week” si sono iscritti 19.424 studenti da 78 scuole di Palermo e provincia, Trapani, Agrigento, Caltanissetta, Messina e Siracusa: 12.520 alle presentazioni dell’offerta formativa, 4.804 alle altre attività, 2.100 alle lezioni simulate. Fino a domani sono in programma consulenze orientative, simulazioni di test di accesso, test psicoattitudinali, incontri per l’orientamento, workshop, focus group sull’alternanza scuola-lavoro, incontri con gli studenti anziani, stand informativi e presentazioni di corsi e servizi per gli studenti come l’ambulatorio medico, il centro linguistico, il Cus, l’Ersu o l’istituendo Sistema Museale d’Ateneo.

Fra le novità l’anticipazione dell’inizio dell’anno accademico dal primo settembre al primo agosto per consentire ai neo diplomati di iscriversi ai corsi di laurea ad accesso libero già subito dopo il conseguimento del diploma di liceo. Avanti tutta con la digitalizzazione delle procedure e lotta alle code in segreteria: per i corsi di laurea a numero programmato vengono eliminati i test cartacei a favore di quelli online. Le prime selezioni si svolgeranno già a marzo presso le aule dell’Ateneo: in caso di successo (con il superamento di un punteggio soglia) gli studenti potranno procedere alla pre-immatricolazione per garantirsi un posto nel corso di laurea a numero chiuso prescelto. Per Ingegneria ed Economia le date prescelte per le tre sessioni di test sono 22, 23 e 24 marzo, 8, 9 e 10 maggio, 4, 5, 6, 7 e 8 settembre; per gli altri corsi di laurea invece ci sono le sessioni di: 18, 19, 20, 21, 26, 27 e 28 aprile, 13, 14, 17, 18, 19, 20, 21 luglio e dal 4 al 15 settembre. Le procedure di immatricolazione, come accennato, si potranno svolgere interamente online grazie allo Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale): in questo modo gli studenti non dovranno più recarsi negli uffici o in segreteria.

L’Ateneo inoltre sta perfezionando l’adesione al sistema dei pagamenti
della Pubblica amministrazione (PagoPa) per poter effettuare i pagamenti di tutte le tasse universitarie presso qualsiasi ente convenzionato. Micari ha annunciato inoltre che verrà speso un milione e mezzo per rimettere a nuovo le aule di diversi Dipartimenti (interventi che si aggiungono ai lavori già programmati al Collegio San Rocco) e che si sta lavorando a un’intesa con la ditta che ha vinto l’appalto per il parcheggio a pagamento di viale delle Scienze per destinare una parte dei ricavi a servizi di mobilità per chi studia e lavora nel campus: si parla del ripristino della navetta gratuita o di sconti e agevolazioni sui pass. Nel frattempo il rettore, su parere del Senato Accademico e del Consiglio di amministrazione, ha nominato il docente Paolo Inglese, ordinario di “Arboricoltura Generale e Coltivazioni Arboree”, presso il Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali, alla direzione, per un triennio, del Centro servizi sistema museale.
 
Ad affiancarlo ci saranno un Consiglio scientifico composto dai sei direttori a capo di un museo e da due esperti di supporto: uno che si occuperà della promozione della rete museale, della ricerca dei finanziamenti e, più in generale, del management; l’altro sarà un professionista che coordinerà il centro, i 6 musei, i 4 siti di interesse storico-architettonico dell’Università e le sue 11 collezioni, che resteranno nei dipartimenti.

Articolo pubblicato il 09 febbraio 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Un momento della presentazione
Un momento della presentazione


´╗┐