Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Una piccola grande rivoluzione per la viabilità del Lungomare
di Desirée Miranda

L’assessore Bosco: presto i collegamenti Europa-Rotolo e Rotolo-Ognina

Tags: Catania, Luigi Bosco, Lungomare



CATANIA - Grandi progetti di viabilità per la zona nord orientale della città di Catania che secondo le previsioni dell’amministrazione rappresenteranno “una piccola grande rivoluzione per Catania”, come dichiara l’assessore ai Lavori pubblici del comune di Catania Luigi Bosco.

Già alla fine dello scorso mese di gennaio si è messo qualcosa in questa zona della città, con l’inaugurazione della rampa di scale che collega viale Alcide De Gasperi con via Ruggero di Lauria, ma sono due i grandi collegamenti programmati: “uno dal Rotolo a Ognina e uno da piazza Europa al Rotolo”, dice l’assessore. I piani per i due progetti camminano però su strade diverse e se per il primo ci sono probabilità perché si avvii entro la fine dell’anno, per il secondo si devono adempiere ancora diversi passaggi. Tra questi, la conclusione di diverse insolvenze.

“Il tratto piazza Europa-Rotolo è inserito nel Patto per Catania, ma la fase progettuale è ancora arretrata perché il progetto definitivo è stato fatto sulla base di norme ormai vecchie e quindi si deve rifare tutto. In questa fase - spiega Bosco - stiamo cercando di chiudere rapporti contrattuali irrisolti precedenti alla nostra amministrazione e solo dopo potremo procedere alla progettazione”.

Una svolta più concreta ha invece il progetto di collegamento dal Rotolo a Ognina per il quale “finalmente abbiamo un finanziamento della Protezione civile di circa un milione e mezzo di euro”, afferma ancora Bosco. “È un progetto incompleto da troppo tempo e con un grande impegno mio e del sindaco riusciremo a completarla presto”, aggiunge. Il progetto stradale è stato di recente adeguato alle nuove norme vigenti, “in particolare per quanto riguarda l’adeguamento del capitolato e l’aggiornamento dei prezzi”, specifica l’assessore Luigi Bosco. Adesso il documento è negli uffici comunali, i quali, “spero entro la settimana prossima”, dice Bosco, faranno la determina a contrarre per l’affidamento mediante bando pubblico.

Poi subentrano i tempi burocratici per l’espletamento della gara. “Si tratta di nodi strategici che devieranno il traffico dal tratto nord del lungomare e che insieme al raddoppio ferroviario nella zona, con tre stazioni: Ognina, Picanello e piazza Europa e il parcheggio nei pressi di Ognina - afferma ancora l’assessore ai Lavori pubblici Luigi Bosco, - ridaremo dignità a una delle aree più belle di Catania. Adesso piazza Mancini Battaglia è praticamente un posteggio e invece dovrebbe essere goduta per il suo bel golfo insieme al lungomare”, dice ancora Bosco. Si vuole quindi creare un sistema integrato di trasporti che devierà il traffico dal lungomare che chissà, potrebbe diventare pedonale più di una volta al mese.

Allo studio anche un protocollo d’intesa con le parti interessate per un biglietto integrato, perché le stazioni ferroviarie, in questo tratto, dovrebbero fungere da metropolitana. Comunque, ancora bisognerà attendere perché dalle parole si concretizzino i fatti, un’attesa che dura già da quasi quindici anni considerando che il preliminare di intesa del progetto per il prolungamento di viale Alcide De Gasperi, che prevedeva anche un centro commerciale poi bloccato, è stato sottoscritto nell’aprile del 2002 tra il Comune e Rete ferroviaria italiana Spa. L’allora sindaco Umberto Scapagnini l’ha poi approvato nel luglio 2003.

Articolo pubblicato il 22 febbraio 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus