Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Formazione e lavoro, poli opposti
di Chiara Borzì

Excelsior-Unioncamere: nel I trim. 2017 previste 16.000 assunzioni in Sicilia ma mancano le competenze. Corsi inutili preparano i lavoratori di domani ad un mercato “inesistente”

Tags: Unioncamere, Lavoro, Sicilia



In Sicilia il lavoro c’è, ma mancano le professionalità. Le aziende siciliane programmano assunzioni, ma esistono percentuali che dimostrano l’impossibilità di assumere a causa della scarsa competenza della forza lavoro disponibile. Il binomio viene messo sotto la lente d’ingrandimento dalla ricerca Excelsior Informa – Unioncamere dedicato ai programmi di occupazione delle imprese.
Nel primo trimestre del 2017 tutto il Mezzogiorno ha programmato di assumere ben 720mila unità di lavoratori da impiegare come categoria dipendente, 16 mila in Sicilia. Ma ciò che salta all’occhio è la difficoltà di reperire tali figure. Se la media di difficoltà di reperimento di tali figure è del 13,9% per la Sicilia, in alcuni settori la percentuale sale al 24,8% (industria metalmeccanica ed elettronica), al 21,2% (servizi alle persone) e al 20,1% (servizi turistici).
 
(Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 24 febbraio 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus