Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Rifiuti, la Regione siciliana sotto accusa
di Rosario Battiato

Corte dei conti, Parlamento e Procura etnea fotografano un sistema inquinato in cui fiorisce la corruzione. In 5 anni di Crocetta nulla è cambiato, ma l’assessore è ottimista: “Passi avanti”

Tags: Rifiuti, Sicilia, Piano Rifiuti, Regione Siciliana, Corte Dei Conti, Rosario Crocetta



PALERMO – La Sicilia dei rifiuti non migliora le sue prestazioni dalla fine degli Novanta, quando si definì il primo stato di emergenza.
Lo dicono i dati nazionali, le inchieste della Procura e le relazioni della Corte dei Conti che assieme certificano un sistema malato e compromesso, almeno in parte, con la macchina amministrativa.
Il quinquennio di Crocetta, stando alle accuse presentate in questi giorni da buona parte della politica isolana, non è stato molto diverso dagli altri, dal momento che diverse criticità sono rimaste in piedi e non risolte.
Una versione non condivisa dall’assessore Vania Contrafatto che ritiene di aver portato il sistema sui binari giusti in vista della svolta definitiva verso i modelli di gestione comunitaria.
 
Per leggere l'inchiesta completa abbonati qui o acquista il giornale in edicola)

Articolo pubblicato il 25 marzo 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐