Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Con Optima Sportswagon Plug-in Hybrid Kia diventa più rispettosa dell'ambiente
di Redazione

Modelli con sistema di propulsione alternativo che combinano raffinatezza e una maggiore efficienza energetica

Tags: Kia Optima Plug-in Hybrid



in collaborazione con ITALPRESS
 
Kia, con la nuova Optima Sportswagon Plug-in Hybrid, allarga ulteriormente l’offerta di modelli ibridi plug-in, in linea con la strategia di espansione dei modelli a basso impatto ambientale, equipaggiati con sistemi di propulsione alternativi. Questa versione combina la classe, la raffinatezza e lo spazio di Optima Sportswagon con l’efficienza energetica del sistema Plug-in Hybrid, offrendo un volume di carico di base pari a 440 litri (in configurazione a 5 posti, secondo la misurazione VDA), 133 litri più del corrispondente modello berlina.

Progettata per soddisfare le esigenze di una clientela sempre più esigente, Optima SW plug-in hybrid assicura un’autonomia, in modalità elettrica, superiore a 60 km ed è in grado di ottenere nel ciclo standard Nedc (New european driving cycle) il valore di soli 34 gr/km per le emissioni di CO2.

“Alla fine del 2016 – ha spiegato Michael Cole, chief operating officer di Kia Motors Europe - abbiamo ampliato la gamma Optima con la Sportswagon e la versione Plug-in Hybrid della berlina, che attualmente coprono rispettivamente il 62% e il 13% delle vendite complessive del modello. Questi dati indicano quanto sia forte la domanda per quelle due versioni e la nuova Sportswagon Plug-in Hybrid combina i vantaggi di entrambe e completa razionalmente la gamma Optima. L’offerta di modelli a basso impatto ambientale come la Optima Sportswagon Plug-in Hybrid ci mette in linea con l’obiettivo che ci siamo posti per la riduzione delle emissioni del 25% rispetto ai valori 2014 entro il 2020”.

Optima Plug-in Hybrid è equipaggiata con un pacco batterie a ioni di litio della capacità di 11,26 kWh e un motore elettrico da 50 kW di potenza che consente di viaggiare a “zero emissioni” per oltre 60 chilometri con velocità fino a 120 km/h; prestazioni che la pongono ai vertici del suo segmento. Il sistema propulsore impiega l’efficiente quattro cilindri da due litri che genera 156 CV e la coppia massima di 189 Nm. Questo è abbinato al motore elettrico che funziona anche da generatore per ricaricare le batterie. La potenza totale disponibile è di 205 CV a 6000 giri/min, con una eccellente prontezza di risposta all’acceleratore grazie al contributo istantaneo del sistema elettrico. La coppia totale disponibile raggiunge i 375 Nm già a partire da 2300 giri/min e consente di ottenere un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 9,7 secondi. Le batterie collocate sotto il piano di carico lasciano ampio spazio per i bagagli (440 litri nella misurazione Vda nella configurazione a 5 posti che diventano 1574 litri abbattendo i sedili posteriori).

Dal punto di vista dei consumi e delle emissioni l’obiettivo di progetto è di raggiungere nel ciclo combinato Nedc il valore di 34 g/km corrispondenti ad un consumo di 1,5 litri/100 km. Optima Plug-in Hybrid sfrutta due accorgimenti principali per conservare e recuperare l’energia elettrica: la frenata rigenerativa e il Cgc (Coasting guide control). All’interno, il cruscotto riporta tutte le informazioni sul funzionamento del sistema di propulsione mentre l’indicatore sopra la plancia visibile anche all’esterno evidenzia lo stato di carica delle batterie e segnala i dati di marcia evidenziando la maggiore o minore efficienza dello stile di guida. Questo modello è anche equipaggiato con la più recente evoluzione del Kia Navigation System con schermo touchscreen da 8 pollici che segnala costantemente l’autonomia elettrica residua e i punti di ricarica raggiungibili. Il sistema è dotato anche della funzione di Mirroring grazie all’integrazione degli smartphone attraverso Android Auto e Apple CarPlay. Presenti, inoltre, i Kia connected services e l’aggiornamento mappe per 7 anni. Nella plancia è inoltre presente il vano per la ricarica wireless per cellulari.

La dotazione di sistemi di sicurezza attiva Drive Wise di Optima Sportswagon Plug-in Hybrid la pongono ai vertici del segmento. Di serie è disponibile il Vsm (Vehicle stability management) che controlla la stabilità in curva e nelle frenate di emergenza utilizzando l’impianto dell’Esc (Electronic stability control) e il collegamento con il servosterzo elettrico.

Articolo pubblicato il 28 marzo 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus