Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Enti di promozione in crisi, flebile sostegno
di Michele Giuliano

L’assessorato regionale al Turismo, con circolare del 17/3, proroga al 30 aprile il termine per far accedere ai “patrocini onerosi”. Rischiano di scomparire quegli organismi che realizzano piccoli eventi su tutto il territorio

Tags: Turismo, Ong, Onlus



PALERMO - Piccoli eventi, che fanno parte della tradizione di paesi e cittadine, rischiano di scomparire a causa della crisi. Sono le manifestazioni organizzate con i cosiddetti “patrocini onerosi”, che a causa dei costi potrebbero essere abbandonate. Per cercare di evitare tutto questo, l’assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo ha deciso di prorogare i termini della scadenza del bando per il sostegno alle spese di realizzazione delle manifestazioni turistiche, proprio per permettere ai cosiddetti “patrocini onerosi” di accedere ai finanziamenti e continuare a svolgere la propria importante attività.

Pertanto, con la circolare numero 6397 del 17 marzo scorso, l’assessorato ha deciso di spostare la scadenza del bando relativo al 30 aprile per i patrocini onerosi concessi nel corso dell’anno 2016 e con istruttoria non ancora definita. Inoltre, la nuova circolare invita ad utilizzare preferibilmente per la presentazione delle istanze di concessione, della documentazione a rendiconto, nonchè di quant’altro richiesto dall’Amministrazione, o la raccomandata con ricevuta di ritorno (o con corriere privato) o la consegna a mano negli orari di apertura al pubblico degli uffici dell’assessorato preposti alla ricezione, che provvederanno alla protocollazione a vista dell’istanza. Sono ammessi a partecipare alle procedure di selezione i soggetti, costituiti da almeno due anni, come enti locali, pubblici e fondazioni costituite o anche partecipate dalla Regione Siciliana, enti teatrali e lirici regionali, organizzazioni Ong e Onlus oltre che associazioni e cooperative operanti nel settore dello spettacolo, della cultura, del turismo e del tempo libero.

L’istruttoria e valutazione delle istanze è svolta dal Servizio VI del Dipartimento Turismo, Sport e Spettacolo, che procede al controllo di ammissibilità con particolare riferimento a termini e modalità di presentazione della domanda, alla completezza e correttezza della documentazione presentata (la mancanza anche di un solo documento, tra quelli obbligatori, comporta l’inammissibilità della domanda). Ancora, sarà controllato il possesso dei requisiti di ammissibilità del soggetto e del progetto. La valutazione delle istanze ammissibili è effettuata da una Commissione composta da tre componenti nominata con provvedimento del dirigente generale, sulla base dei seguenti criteri: la coerenza dei contenuti dell’iniziativa progettuale, il carattere consolidato della manifestazione, testimoniato dalle performance turistiche della manifestazione nelle edizioni precedenti, e l’originalità dell’iniziativa.

Dal punto di vista economico sarà valutata l’efficienza amministrativa e partecipazione finanziaria, la capacità di integrazione con altre iniziative di sviluppo turistico del territorio e la localizzazione dell’intervento. Sulla base del punteggio attribuito dalla commissione, il Servizio VI procederà alla redazione dell’elenco delle istanze ammissibili a cofinanziamento, includendo i soli progetti che abbiano conseguito un punteggio totale non inferiore a 70 punti. Per il cofinanziamento delle iniziative di importo ridotto (patrocini onerosi) è previsto un bonus di ammontare variabile in relazione alla rilevanza esterna dell’iniziativa proposta e comunque nella misura massima del 50 per cento del progetto.

Il bonus viene liquidato ad iniziativa conclusa, esclusa ogni forma di anticipazione, dietro presentazione della documentazione che attesta l’avvenuto svolgimento e le spese sostenute.

Articolo pubblicato il 04 aprile 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus