Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Il coraggio di esporsi al giudizio della città
di Francesco Torre

A Trapani 96 pagine fitte piene di dati, numeri e delibere di Giunta. Ma il documento non arriva ogni sei mesi, bensì ogni anno

Tags: Trapani



Trapani - Art. 52 dello Statuto del Comune di Trapani. Titolo: “Relazione del Sindaco al Consiglio”. Citazione: “Il sindaco è tenuto a presentare al consiglio le relazioni previste da specifiche disposizioni legislative e regolamentari o richieste dal consiglio stesso con riferimento a determinati fatti o atti amministrativi. In particolare, ogni sei mesi, il sindaco è tenuto a presentare al consiglio relazione scritta sullo stato di attuazione del programma e sull’attività svolta nonché sui fatti ritenuti di particolare rilevanza, al fine di consentire al consiglio stesso di esprimere, in seduta pubblica, ed entro il termine di legge, le proprie valutazioni”.

Risultato: una relazione, annuale però e non semestrale, presentata al Consiglio, vagliata e controfirmata e ora consultabile sul sito internet del Comune. 96 pagine fitte fitte, piene di dati e numeri e comprendenti persino l’elenco completo delle delibere di giunta 2007/2008 e delle gare d’appalto per lo stesso periodo.

Quello che è fantascienza per quasi tutti gli altri comuni, a Trapani è una cosa normalissima. Che consente ai cittadini, per esempio, di poter criticare il sindaco, l’avv. Girolamo Fazio, di aver concesso un finanziamento di € 5.000 alla Provincia d Trapani per la partecipazione ad una Fiera del sale che si è tenuta a Napoli, o € 2.000 all’associazione Nuovi orizzonti per l’organizzazione della “Sagra dell’anguria”. Scelte discutibili ma che in altri contesti comunali vengono prese in maniera clandestina, senza darne nota all’esterno, trattando la cosa pubblica come una questione di natura privata, quando non familiare.

Articolo pubblicato il 24 aprile 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Esami semestrali: sindaci latitanti - Trasparenza. Scarsa comunicazione sull’attività svolta.
    Statuti. Prevedono l’obbligo per gli amministratori di presentare periodicamente una relazione nella civica assise, per fornire alla città informazioni sull’attuazione del proprio programma.
    Responsabilità. Tanto dei vertici dell’amministrazione, che ignorano i cittadini, quanto dei consiglieri, che omettono il controllo violando i principi del loro stesso mandato (24 aprile 2009)
  • Al Comune di Messina 16 anni senza relazione - Il capo Ufficio stampa, Borda Bossana: “Abitudine desueta”. A Catania sindaco in Consiglio solo dopo “Report” (24 aprile 2009)
  • Il coraggio di esporsi al giudizio della città - A Trapani 96 pagine fitte piene di dati, numeri e delibere di Giunta. Ma il documento non arriva ogni sei mesi, bensì ogni anno (24 aprile 2009)


comments powered by Disqus