Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Startup, altri 95 mln di incentivi e 20% di fondo perduto al Sud
di Rosario Battiato

Il ministero dello Sviluppo economico ha rifinanziato la misura Smart&Start Italia per il biennio 2017-18. Domande di finanziamento esclusivamente online su smartstart.invitalia.it

Tags: Startup



PALERMO – Altri 95 milioni di euro per Smart&Start Italia, il principale incentivo del governo per la creazione e sviluppo delle startup innovative ad alto contenuto tecnologico. Il ministero dello Sviluppo economico ha infatti rifinanziato la misura per il biennio 2017-2018. “Le nuove risorse sono destinate alle startup innovative di tutta Italia - si legge nella nota di Invitalia - che vogliono sviluppare prodotti, servizi o soluzioni innovative nel mondo dell’economia digitale, oppure che sono coinvolte in progetti di valorizzazione della ricerca pubblica o privata”. Per le regioni meridionali è prevista, inoltre, una quota a fondo perduto.

Quota di finanziamento
Smart&Start Italia finanzia programmi di spesa compresi tra 100 mila e 1,5 milioni di euro. L’agevolazione comprende un mutuo senza interessi e senza richiesta di garanzie per la copertura dei costi di investimento e di gestione che si legano all’avvio del progetto e che includono anche i costi del personale dipendente. È prevista una quota a fondo perduto, pari al 20% del totale, per le startup che hanno sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Come partecipare
Le domande di finanziamento si presentano esclusivamente tramite il sito smartstart.invitalia.it in modalità paperless e sono valutate secondo l’ordine cronologico di presentazione, nel rispetto del termine di 60 giorni previsto.

Istruzioni online
Per oggi è previsto, inoltre, l’appuntamento con i webinar dedicati alla misura. Per l’occasione “gli esperti di Invitalia presenteranno in diretta video le caratteristiche degli incentivi e ti aiuteranno a prendere confidenza con la piattaforma online su cui caricare il business plan e inviare la domanda”. L’elevata richiesta di partecipazione all’evento, che permette di interagire con gli esperti in video, ponendo domande in diretta, ha già esaurito i posti a disposizione (80 unità), ma è possibile prenotarsi per il prossimo appuntamento previsto per venerdì 28 aprile.

Il successo della misura
Dal 2015, anno di avvio dello sportello, all’ultimo aggiornamento del 12 aprile, Smart&Start ha permesso il finanziamento di 303 startup, concedendo complessivamente circa 146 milioni di agevolazioni. Sono state poco più di 900 i progetti non ammessi, non esaminabili e le rinunce. “La maggior parte dei progetti -  spiegano da Invitalia - riguarda i settori dell’economia digitale, del life science, dell’ambiente, dell’energia e delle nuove tecnologie”.

Il dettaglio per settore

La web technology è certamente il settore maggiormente utilizzato dai giovani startupper nazionali. Vale complessivamente 117 progetti per circa 50 milioni di euro di agevolazioni concesse. Industria e hi-tech è il secondo settore (54 progetti per 30,8 milioni di euro), seguito sul podio dalle bio-scienze (38 progetti per 18,5 milioni di euro). Una menzione specifica meritano anche le azioni in ambiente ed energia che, pur avendo prodotto 33 progetti finanziati, hanno ottenuto agevolazioni per 19,1 milioni di euro.

Il quadro regionale

La Campania spicca su tutti e si prende lo scettro della Regione più attiva. Sono stati 53 i progetti finanziati per circa 27 milioni di euro di agevolazioni concesse. Il secondo posto, per numerosità di progetti e per agevolazioni concesse, è toccato alla Lombardia con 42 startup agevolate e 19,6 milioni di euro.
L’ultimo gradino del podio è occupato dal Lazio con 29 progetti e 11,1 milioni di euro, anche se incalza il Veneto con 27 progetti e una quota più elevata di agevolazioni concesse (13,4 milioni). Segue a stretto giro l’Abruzzo, che sarebbe terzo per le agevolazioni concesse (15,2 milioni), ma che si accontenta del quinto posto per progetti finanziati (26). Al sesto posto rintracciamo la Sicilia con 20 progetti per 10,7 milioni di euro di agevolazioni.

Articolo pubblicato il 14 aprile 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐