Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

G7 di Taormina alle porte, la Sicilia si prepara all'evento
di Rosario Battiato

Delibera della Regione per interventi in somma urgenza: prevenire situazioni di rischio dopo istanze della Prefettura di Messina. Circa 200.000 € per interventi a Taormina e Giardini Naxos per manutenzione e messa in sicurezza

Tags: Taormina, G7, Regione Siciliana



PALERMO – La Sicilia si sistema il trucco in vista di un evento internazionale che la porrà al centro dei riflettori e che sarà un ulteriore punto di appoggio per rafforzare la politica di destagionalizzazione del turismo inseguita dalla Regione.

Tutta l’attenzione, pertanto, è concentrata sul G7 di Taormina e questa tendenza la si può intravedere anche nei dettagli, come gli interventi che sono stati deliberati dalla giunta regionale in somma urgenza, circa 200 mila euro, per rendere più piacevoli, sicure e ordinate le città che ospiteranno il vertice.

L’imminenza del vertice G7 di Taormina, che si terrà tra il 26 e il 27 maggio, ha imposto alla Regione una serie di interventi che assolvono la funzione di “mettere in sicurezza l’area interessata dall’evento, – si legge nel resto della delibera  –  prevenendo ogni possibile situazione di rischio per le persone, consentendo, quindi, di far fronte alle giuste istanze della Prefettura di Messina”. 
Gli interventi rientrano in quelli considerati di “somma urgenza” e verranno distribuiti tra il dipartimento regionale dello Sviluppo rurale (145 mila euro) e i comuni di Taormina e Giardini Naxos (35 mila euro a testa). La parte regionale arriverà direttamente dalle risorse presenti del capitolo di bilancio della Regione rubricato come “fondo di riserva per spese impreviste”.

Sono tre gli ambiti di intervento deliberati dalla Giunta. Il primo riguarda i lavori urgenti di manutenzione del verde pubblico per la messa in sicurezza nei comuni di Taormina, Giardini e nell’ente parco di Naxos. In tal senso l’azione prevede, oltre agli ordinari interventi di pulizia per per garantire il decoro urbano, anche l’esecuzione di “interventi urgenti di manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza delle alberature e degli arbusti”. L’operazione vale complessivamente 145 mila euro da distribuire su Taormina, Giardini e Teatro greco (per cifre che vanno da 9 mila a 12 mila euro) e parco archeologico di Naxos (115 mila euro). Per quest’ultimo, che vale la porzione più cospicua, ci sono 102 mila euro destinati agli interventi di pulizia e scerbatura di 120 mila metri quadri.

Il secondo intervento comprenderà l’area portuale e lungomare di Giardini Naxos con una serie di interventi di integrazione e messa in sicurezza di impianti di illuminazione pubblica, verde pubblico e segnaletica. Il valore complessivo dell’intervento ammonta a circa 35 mila euro.

L’ultimo passaggio riguarda gli interventi di manutenzione della piazza W. Goethe di Taormina. In questo caso si agirà principalmente sulle ringhiere, ma anche sulla sistemazione di alcuni tratti di pavimentazione. L’importo totale del blocco degli interventi previsti a quest’ultimo punto vale 35 mila euro.

L’evento di Taormina, assieme a Palermo capitale della cultura del 2018, è una di quelle tappe da non bucare per ribadire la volontà di destagionalizzare il turismo regionale, quindi non ridurlo al boom dei mesi estivi. In questa direzione si era inserito anche il progetto presentato all’inizio di marzo dall’assessore Barbagallo, che prevedeva per le isole minori agevolazioni tariffarie con sconti del 30% sul trasporto marittimo e del 20% sui pernottamenti che devono essere almeno di due notti e concentrati per le Eolie (mesi di aprile e ottobre) e per Ustica (dal 10 aprile fino alla fine di giugno).

Articolo pubblicato il 15 aprile 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus