Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Catania - Notte dei Musei, visite d'eccezione all'interno della Cattedrale
di Redazione

Nella chiesa madre sarà possibile visitare il salone Bonadies e la Cappella di Sant’Agata

Tags: Catania, Notte Dei Musei



CATANIA - Oggi i principali siti culturali cittadini saranno aperti al pubblico per la “Notte dei Musei” promossa dal Comune. Dalle 19 a mezzanotte infatti sarà possibile accedere gratuitamente, o con biglietto a tariffa ridotta, a musei, chiese, siti storico-artistici o archeologici e partecipare a iniziative culturali come i percorsi tematici.

Saranno a ingresso libero il Palazzo della Cultura, il complesso monumentale della Rotonda, l’anfiteatro romano, il bastione degli Infetti, l’accademia delle Belle Arti di Palazzo Vanasco, la chiesa  San Nicolò l’Arena, la mediateca Bellini, il museo Ludum Science Center. Sarà gratuito anche il servizio di lettura e scambio di libri offerto dall’Autobooks comunale che sosterà vicino alla Cattedrale.

Cittadini e turisti potranno inoltre visitare a pagamento la mostra “Escher” ospitata a Palazzo della Cultura, il Castello Ursino, i musei Belliniano ed Emilio Greco, il percorso di gronda della chiesa San Nicolò l’Arena, il teatro  antico, il teatro Massimo Vincenzo Bellini, la cattedrale e la badia di Sant’Agata, le terme Achilliane, il museo Diocesano, la cripta di Sant’èEuplio e la chiesa e cripta di San Gaetano alle Grotte. E ancora le chiese di Sant’Agata La Vetere, Sant’Agata al Carcere, San Biagio in Sant’Agata alla Fornace,  San  Giuliano, e il Monastero dei Benedettini, il museo di Archeologia dell’Università e il museo Tattile “Borges”. Sono inoltre previsti due itinerari guidati: “I luoghi del Barocco catanese” ed “I tesori di piazza Università”.

La Cattedrale, in particolare, sarà visitabile dalle 20,30 alle 23,30 con ingresso dal cancello di via Vittorio Emanuele. Per l’occasione è stato pensato un itinerario, illuminato in modo adeguato, per permettere di ammirare le tele lungo le navate, i monumenti sepolcrali dei vescovi e quello di Vincenzo Bellini, i sarcofagi dei reali aragonesi e il sarcofago che custodì le spoglie del Beato Cardinale Giuseppe Benedetto Dusmet, custoditi nella Cappella della Madonna, gli affreschi dell’area presbiterale, il coro capitolare, l’affresco di Giacinto Platania in sacrestia, sarà fruibile anche l’aula capitolare dove saranno esposti arredi preziosi della Cattedrale fra i quali la reliquia del Santo Chiodo, nonché i paramenti in uso per le celebrazioni pasquali; sarà accessibile inoltre il “salone Bonadies” ricavato nella struttura medievale della cattedrale, nel quale si svolse il sinodo diocesano del 1668 indetto proprio dal vescovo Bonadies. Qui sarà in mostra la preziosa pergamena del 1666 che proclama Sant’Agata protettrice perpetua della città di Messina. Eccezionalmente potrà essere visitata la Cappella di Sant’Agata. Dulcis in fundo, il percorso sarà accompagnato dalle note del monumentale organo restaurato di recente.

Dalle 20:30 alle 23:30 le guide di Officine Culturali accompagneranno invece gli ospiti all’interno del Monastero dei Benedettini. La visita guidata dura un’ora e un quarto circa nella penombra della notte tra sotterranei e giardini. Le guide descriveranno tutti gli ambienti e sveleranno i miti, le leggende e la storia controversa dell’edificio. I cittadini potranno anche visitare il Museo di Archeologia che occupa cinque stanze del Palazzo Ingrassia, custodendo al suo interno la collezione Libertini risalente ai primi  anni ‘20 del secolo scorso, caratterizzata dalla presenza di reperti risalenti alla Preistoria e attraversando tutte le epoche arriva fino al ‘900 con i Falsi centuripini.

Articolo pubblicato il 29 aprile 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐