Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Sicilia, bando da 30 milioni di euro per imboschimenti e forestazioni
di Roberto Pelos

Possono partecipare aziende private ed enti pubblici. Domande dal primo giugno al 19 ottobre. Cracolici: ‘L’obiettivo è conservare la biodiversità e la difesa del territorio’

Tags: Antonello Cracolici, Ambiente, Sicilia, Forestazione, Imboschimento



PALERMO - ‘Trenta milioni di euro per il sostegno agli interventi di forestazione e imboschimento in tutto il territorio regionale. Pubblicato il bando della sottomisura 8.1 del Psr’. Sono le parole dell’assessore regionale all’Agricoltura, Antonello Cracolici, che ha parlato delle finalità principali del bando che ha visto la luce recentemente: ‘Saranno finanziati interventi di imboschimento in terreni agricoli e non agricoli, allo scopo di conservare la biodiversità, contribuire alla mitigazione dei cambiamenti climatici, intervenire  nella prevenzione e nella difesa del territorio e del suolo’.

Il fine, come viene spiegato all’interno del bando, è quello di rispondere principalmente agli obiettivi ambientali e sociali della politica di sviluppo rurale dell’Ue. ‘I beneficiari – ha dichiarato Cracolici - saranno aziende private ed Enti pubblici titolari della gestione dei terreni interessati dagli interventi’. La sottomisura può essere attivata anche tramite procedura valutativa ‘a bando aperto’ in conformità alle ‘Disposizioni attuative e procedurali per le misure di sviluppo rurale non connesse alla superficie o agli animali – Parte Generale – Psr Sicilia 2014-2020’.

Nel ‘bando aperto’ viene applicato il meccanismo procedurale cosiddetto di ‘stop and go’ che prevede, nell’ambito dell’intero periodo stabilito per la presentazione delle domande, l’individuazione di sottofasi temporali con frequenza periodica per la presentazione delle domande (sottofasi ricettive), intercalate da sottofasi ‘istruttorie’ che prevedono l’avvio del procedimento amministrativo. Le domande di partecipazione al bando potranno essere caricare sul Sian dal 1 giugno 2017 e sino al 19 ottobre 2017, data ultima di rilascio. Dopo il rilascio delle stesse, le domande dovranno essere presentate in forma cartacea, secondo quanto previsto dal paragrafo 14 ‘Disposizioni attuative specifiche della sottomisura 8.1’ presso gli uffici provinciali (ex Upa) del dipartimento di Sviluppo rurale’.

Tra i requisiti necessari per l’ammissibilità, il bando prevede che i progetti relativi a interventi di imboschimento a fini climatici e ambientali, debbano essere corredati da un piano di conservazione, conforme alla gestione sostenibile delle foreste, approvato contestualmente all’intervento e che sarà vincolante per tutta la durata dell’impegno. Come ha sottolineato ancora Antonello Cracolici, ‘trenta comuni saranno supportati dall’assistenza tecnica dell’Esa (Ente sviluppo agricolo) per la presentazione dei progetti collegati alle sottomisure 8.1, 8.3 ed 8.4 sulla forestazione. Stiamo rispettando il cronoprogramma che ci siamo dati sulla pubblicazione dei bandi del Psr’.

L’assessore ha quindi tracciato un quadro degli interventi finora realizzati e ha parlato dei provvedimenti futuri rivolti, in particolar modo, alle nuove generazioni. ‘Nel corso dell’ ultimo anno siamo riusciti a dare risposte certe al comparto agricolo e ai territori, mettendo a bando 440 milioni di euro di fondi europei dedicati agli investimenti in agricoltura, trasformazione, promozione, misure agro ambientali, viabilità rurale e attività di forestazione. Nei prossimi giorni – ha continuato -pubblicheremo il bando 6.1 sui giovani agricoltori, complessivamente 235 milioni di euro, stanziati in collegamento tra diverse misure (4.1, 6.4A, 8.1) per insediare con questo primo bando circa mille nuove aziende agricole e favorire il ricambio generazionale nel comparto agricolo siciliano’.

Articolo pubblicato il 03 maggio 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus