Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

La Cultura e la ricerca della Bellezza per favorire il dialogo tra i popoli
di Redazione in collaborazione con Istituto De Felice-Olivetti

Comprendere i valori necessari alla crescita dei ragazzi



L’Istituzione scolastica è chiamata a favorire sempre più i processi interculturali e di integrazione, al fine di diffondere i modelli di una nuova cultura. L’educazione, infatti, deve orientare i giovani a perseguire i valori di convivenza pacifica, affinché possano divenire costruttori di una cultura che permetta il dialogo tra le diversità.

In questa prospettiva, la scuola intrattiene relazioni e scambi con molteplici associazioni culturali sia nazionali che internazionali. Tra queste si annovera l’associazione Bandiera della Pace, che incentiva l’incontro con Enti e Istituzioni sensibili nella condivisione del concetto di cultura come forza propulsiva dell’evoluzione dell’umanità.

L’associazione Bandiera della Pace promuove, tra l’altro, la diffusione delle idee e dell’attività pittorica di Nicolaj Roerich, artista vissuto nella prima metà del Novecento, le cui opere sono esposte in molti Musei, tra cui il Roerich di New York e il Roerich di Mosca. La sua arte è importante, poiché veicola il messaggio che la Cultura e la ricerca della Bellezza sono strumento di comunicazione tra i popoli e giocano un ruolo decisivo per la crescita della coscienza e per l’avvento di un nuovo mondo centrato sul bene dell’umanità e di tutto il pianeta. Anche la produzione letteraria e scientifica dell’artista russo è immensa, tra cui la sottoscrizione del Patto della Pace (Patto Roerich, 1935) per la protezione dei valori culturali nel corso di conflitti armati e di guerre civili, sul quale si fonda lo Statuto dell’Unesco. Le sue idee sono oggi sostenute da numerosi gruppi di tutto il mondo quali fondamenti di una visione nuova della vita, che trova il punto di sintesi nell’Insegnamento dell’Etica vivente, che attribuisce a ogni singolo uomo il compito di intuire e di comprendere i valori necessari alla rinascita della coscienza umana.

La mostra Catania e la sua Bellezza, allestita con le immagini fotografiche prodotte dagli studenti che hanno partecipato alla seconda edizione del Premio Nicolaj Roerich, ha rappresentato un momento intenso della triennale collaborazione con l’Istituzione scolastica catanese che, per prima, ha ricevuto il Vessillo di Bandiera della Pace, permettendo ai giovani studenti di elaborare creativamente l’idea dell’Arte come strumento di Pace e della Bellezza, nutrimento dello spirito e fondamento dei valori etici universali. Con il loro giovanile entusiasmo, i ragazzi hanno sventolato il Vessillo della Pace lungo le vie del centro storico etneo, diffondendo il pensiero: Dove c’è Pace c’è Cultura, dove c’è Cultura c’è Pace.

Articolo pubblicato il 06 maggio 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus