Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia

Grande fioritura di ulivi, attesa ottima produzione per il 2017
di Redazione

La Coldiretti ottimista riguardo l’annata olivicola 2017 dell’Isola. La qualità dell’olio testimoniata dai premi ricevuti nel mondo

Tags: Coldiretti, Agricoltura, Olio, Ulivi



PALERMO - L’annata olivicola dell’isola si prospetta buona. Lo afferma Coldiretti Sicilia che, nel sottolineare come sia ancora troppo presto per un analisi effettiva, commenta positivamente il fatto che gli alberi siano carichi di fiori facendo ben sperare per un 2017 all’insegna di una produzione ottima. In alcune parti, invece, è già parzialmente avvenuta una buona allegagione (fase iniziale dello sviluppo dei frutti successiva alla fioritura).

Nel maggio scorso non c’erano neanche i fiori, una predizione che si è poi rivelata vera vista l’annata di scarica quasi ovunque. “La qualità della produzione regionale - sottolinea ancora Coldiretti Sicilia - è testimoniata dai premi che i nostri olivicoltori ricevono in tutto il mondo e dai risultati dalle sei produzioni Dop (denominazione di origine protetta) e dall’Igp Sicilia (Indicazione di origine protetta) ottenuta un anno fa. Ciò dimostra un patrimonio inestimabile. La varietà delle cultivar, l’altra specializzazione raggiunta dai produttori, sono una garanzia prima di tutto per i consumatori. Per Coldiretti Sicilia bisogna diffidare da bottiglie d’olio d’oliva che costano pochi euro perché danneggiano l’economia e minano la salute. Leggere attentamente l’etichetta e la provenienza è determinante per poter scegliere un olio sano e garantito come quello dell’Asprol, l’associazione olivicola regionale della Coldiretti”. L’isola ha una superficie olivicola di circa 160 mila ettari. La provincia leader è Messina con oltre 36.000 ettari. Segue Trapani con 27.000.

Articolo pubblicato il 10 maggio 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐