Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Catania - Santa Filomena, il progetto degli esercenti per rifare il look alla viuzza chic
di Desirée Miranda

Wi-fi e nuovo arredo urbano tra gli interventi presentati all’Amministrazione

Tags: Catania, Via Santa Filomena



CATANIA - Un progetto di riqualificazione di via Santa Filomena che preveda un arredo urbano nuovo, un servizio di wifi, servizi per turisti e in generale il rispetto della legge soprattutto dal punto di vista della viabilità. Il tutto a costo zero per l’Amministrazione e a totale carico degli esercenti che operano nella via per una spesa di circa 20 mila euro.

È quanto è stato presentato all’Amministrazione e alla città dagli operatori commerciali della strada catanese, circa una quindicina, “che negli anni si è trasformata in un polo turistico enogastronomico”, come afferma Andrea Graziano di Fud. Un progetto già presentato nel 2012, ma a cui non è stato fatto nessun seguito e che adesso non solo si rinnova e si amplia coinvolgendo un maggiore numero di esercenti, sembra anche avere una risposta immediata da parte dell’Amministrazione che era presente alla presentazione con gli assessori all’Urbanistica e al Decoro urbano Salvo Di Salvo e alle Attività produttive Nuccio Lombardo.

“Noi ci autotassiamo per rifare il look a questa strada importantissima, perché vogliamo che sia ancora più bella, ma chiediamo l’autorizzazione a farlo e i servizi di base, ovvero che venga rispettata la legge, soprattutto dal punto di vista della viabilità. La strada è già chiusa al traffico, ma di fatto la mattina è un parcheggio e la sera i motorini sfrecciano tra i nostri utenti”, dichiara Graziano. “Siamo una quindicina di esercenti che vogliamo investire nella nostra città, perché sappiamo che valorizzare la strada in cui operiamo è anche valorizzare il lavoro fatto negli anni. È un valore aggiunto per noi, ma anche per tutti i catanesi e turisti che ogni giorno passano da qui. Spero davvero - conclude - che l’Amministrazione, come ha annunciato, sposi il nostro progetto e magari tra pochi giorni potremo aggiornarci”.

La strada è diventata uno dei punti di riferimento della movida catanese, ma i commercianti lamentano un mancato controllo da parte delle Forze dell’Ordine e soprattutto la mancanza di decoro in generale e la distruzione di ogni tipo di miglioria da parte di vandali. Gli assessori Di Salvo e Lombardo si sono detti soddisfatti dalla richiesta e si sono impegnati a portarla al sindaco perché possa essere messa in pratica. Hanno anche inquadrato la situazione di via Santa Filomena in quella di via Pacini e quindi nell’ambito della pedonalizzazione e della riqualificazione della zona, sottolineando l’attenzione dell’Amministrazione per l’aerea. Per dare un segnale di risposta immediata, inoltre, Di Salvo ha promesso “un intervento immediato laddove è possibile. Già oggi invierò delle transenne per limitare l’ingresso di motorini e solleciterò il collega perché qui faccia notare più Vigili urbani. Ritengo che le proposte possano essere attuate da subito, magari con un protocollo d’intesa, ne parlerò con il sindaco”. Anche Lombardo si è detto disponibile a parlarne in Giunta e trovare delle intese “perché le belle proposte non rimangano in aria, ma vengano attuate”.

Articolo pubblicato il 10 maggio 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus