Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Aiuti al lavoro, il decreto c’è e ha stanziato 20 milioni di euro
di Lucia Russo

L’assessore Gentile: “Le imprese possono assumere a tempo indeterminato”. Concluso l’iter andrà pubblicato in Gazzetta ufficiale

Tags: Imprese, Luigi Gentile



PALERMO – Il titolo VI della legge 9/09 è interamente dedicato agli aiuti al lavoro. Secondo l’articolo 46 spettava all’assessore al Lavoro dare attuazione con apposito decreto a questa parte della legge, dall’art 36 al 46.
Riceviamo una notizia positiva dall’assessore Gentile: “Ho trasmesso il decreto alla presidenza che lo trasmetterà alla commissione Lavoro dell’Assemblea.

Si rende concreta la possibilità per gli imprenditori che vogliono trasformare i rapporti di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato, basterà rivolgersi a uno sportello via email e, dopo la verifica, ottenere l’assenso allo sgravio contributivo”.
“Abbiamo messo a disposizione 20 mln di euro – continua Gentile -. Vediamo come va, se sarà necessario metteremo a disposizione altre risorse”.
Dopo la conclusione dell’iter procedurale il decreto potrà essere pubblicato in Gazzetta ufficiale, ma intanto andiamo ad esaminare alcuni aspetti.

Nell’articolo 6 del decreto, sulla modalità di concessione dei benefici, è scritto che il datore di lavoro invia apposita istanza all’Agenzia regionale per l’impiego e la formazione professionale, secondo le modalità previste in un apposito avviso pubblico che dovrà essere adottato dalla stessa Agenzia e pubblicato sulla Gurs oltre che sul sito internet della stessa. Prima, è scritto sempre nell’articolo 6 del decreto, la Società regionale partecipata (si presume Sicilia e servizi, che però non è indicata, forse in vista della revisione delle partecipate in programma al governo) avrà però dovuto rendere disponibile apposita piattaforma telematica.

Le istanze sono istruite in ordine cronologico di presentazione telematica e sono ammesse a finanziamento a seguito di provvedimento concessorio, fino alla concorrenza della disponibilità delle risorse finanziarie. In merito alle risorse, è scritto all’art. 5: “per le assunzioni a tempo indeterminato a favore dei lavoratori di cui all’art. 36, co 1 l. r. 9/09, è destinata in prima applicazione la somma di 20 milioni di euro, a valere sulle risorse del Fondo sociale europeo, nell’ambito della programmazione comunitaria 2007-2013 in conformità al Documento di attuazione strategico (Das) 2009/2010 – Asse II – Occupabilità – obiettivo specifico “Aumentare l’efficacia, l’efficienza, la qualità e l’inclusività delle istituzioni del mercato del lavoro”.

Articolo pubblicato il 16 dicembre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • No decreti assessoriali, no sviluppo -
    Imprese. Gli interventi rimasti “lettera morta”.
    I bandi. “Fatta la legge, se non sono pronti i bandi viene vanificata” afferma D’Asero vice presidente della commissione Bilancio e relatore di due delle cinque leggi in questione.
    Credito d’imposta. Agevolabili investimenti fino a 4 milioni di euro ma anche piccoli investimenti per piccole imprese dai 50 mila euro in su. Si possono compensare debiti di imposta.
    (16 dicembre 2009)
  • Le leggi regionali per lo sviluppo - (16 dicembre 2009)
  • Aiuti al lavoro, il decreto c’è e ha stanziato 20 milioni di euro -
    L’assessore Gentile: “Le imprese possono assumere a tempo indeterminato”. Concluso l’iter andrà pubblicato in Gazzetta ufficiale
    (16 dicembre 2009)


comments powered by Disqus
Luigi Gentile, assessore regionale al Lavoro
Luigi Gentile, assessore regionale al Lavoro