Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

L'EcocolorDoppler testicolare per tenere sotto controllo il varicocele
di Redazione in collaborazione con Studio di radiologia D'Amore

Presenza di varici venose a carico del testicolo



Il varicocele è una condizione molto diffusa nel genere maschile e si caratterizza per la presenza di varici venose a carico del testicolo.
Questo disturbo esordisce prevalentemente dopo la pubertà e meno frequentemente in età infantile. È del tutto asintomatico, ma nei gradi più avanzati si manifesta a volte con un senso di pesantezza al testicolo. Poichè crea un aumento di temperatura e una riduzione dell’ossigenazione del testicolo, dovuta alla stasi sanguigna, il varicocele è riconosciuta come causa principale di infertilità maschile. Essendo asintomatico, l’unico modo per diagnosticarlo è la visita andrologica. Questa deve essere completata da un esame EcocolorDoppler, specifico per diagnosticare il varicocele, che ne rileva la presenza e ne misura il grado. Se è di primo grado non occorre intervenire, ma monitorarlo e tenerlo sotto controllo. Il secondo e terzo grado, invece, possono avere effetti negativi sulla funzione del testicolo.

L’EcocolorDoppler dei Vasi Spermatici – detto anche EcocolorDoppler Scrotale o Testicolare – è un esame diagnostico non invasivo e ripetibile. Esso consente di valutare la vascolarizzazione venosa ed arteriosa dei testicoli.
In particolare permette di valutare il decorso, la dilatazione dei vasi venosi e l’inversione del flusso venoso mediante specifiche manovre indolori. L’EcocolorDoppler dei Vasi Spermatici rappresenta inoltre un supporto fondamentale allo specialista urologo circa la terapia da prescrivere. Studi scientifici rivelano che chi è colpito da varicocele soffre spesso anche di altri disturbi legati alla circolazione venosa, come ad esempio le varici o le emorroidi, che hanno una predisposizione familiare che può essere trasmessa da entrambi i genitori. Dal punto di vista costituzionale, il varicocele colpisce in prevalenza i soggetti longilinei. L’attività fisica, anche se intensa, non è di per sé causa di varicocele.

Articolo pubblicato il 27 maggio 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐