Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Invasi. Sicilacque non ha risolto i problemi di gestione
di Rosario Battiato

Tags: Acqua, Servizi Idrici



PALERMO - In questo sistema allo sfascio anche la dismissione, peraltro ancora non completamente realizzata dell’Eas, ha provocato ulteriori difficoltà gestionali con l’ingresso di Siciliacque. “Gli effetti della dismissione – ha dichiarato Antonella Leto, referente regionale del Forum italiano dei movimenti per l’acqua - sono stati diversi ma di certo il principale ha riguardato le difficoltà di gestione in cui si trovati molti comuni. Diversi amministratori si sono trovati nella necessità di consegnare le chiavi delle reti al privato, data l’improvvisa mancanza del personale dell’Ente acquedotti siciliano”. Lo scioglimento dell’Ente che nel bene e nel male aveva curato il decadente patrimonio infrastrutturale siciliano adesso ha provocato l’ingresso del gigante Veolia in Siciliacque che attualmente gestisce la maggior parte degli invasi dell’isola. Il tentativo di privatizzazione diffusa, ha spiegato recentemente la Leto, che avrebbe dovuto migliorare lo stato del sistema l’ha invece ulteriormente debilitato.

Articolo pubblicato il 17 dicembre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Acqua: poca, cara e sporca -
    Consumo. Gestione idrica, Sicilia lontana dagli standard.
    La fotografia. La Sicilia è lontana dagli obiettivi da raggiungere entro il 2013, primo fra tutti una dispersione di rete pari al 25%. Le due grandi città sono quelle più in difficoltà, soffre il loro sistema di depurazione.
    Il futuro. I gestori promettono investimenti per sanare una difficile situazione. I rincari sulle bollette appaiono inevitabili, con buona pace della privatizzazione o meno degli ambiti territoriali ottimali.
    (17 dicembre 2009)
  • Invasi. Sicilacque non ha risolto i problemi di gestione - (17 dicembre 2009)
  • Depurazione, a rischio turismo e ambiente -
    Palermo la peggiore d’Italia per effettiva capacità depurativa. L’allarme nell’Ato di Catania: chiesti urgenti interventi
    (17 dicembre 2009)
  • Invasi, scartamento ridotto e nell’Isola continua la sete -
    Le dighe potrebbero soddisfare il fabbisogno siciliano, ma non è così. Incapacità e mala gestione ne bloccano il funzionamento
    (17 dicembre 2009)


comments powered by Disqus