Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Mercato immobiliare in Sicilia +12,4% di compravendite
di Redazione

Il focus dell’Agenzia dell’Entrate sull’anno 2016: 33.819 transazioni registrate, boom nel catanese. Bene le province di Messina e Ragusa. Arranca l’ennese (aumento del 4,4%)

Tags: Mercato Immobiliare, Sicilia, Agenzia Delle Entrate



PALERMO - Il 2016 è stato un anno cruciale per la ripresa del mercato immobiliare italiano. Una crescita generalizzata delle compravendite (+18,9% rispetto al 2015) ha coinvolto, seppur con percentuali diverse, tutto il Paese. Anche la nostra Isola ha mostrato (pur restando sotto la media nazionale) importanti segni di ripresa, confermando il trend già iniziato nel 2015. 33.819 le compravendite effettuate, in crescita del 12,44% rispetto ai dodici mesi precedenti. Anche l’indicatore Imi, che misura l’intensità del mercato immobiliare, è cresciuto. Il valore registrato è dell’1,07%, in aumento dello 0,21% rispetto al 2015.

Variazione positiva che ha interessato, nel complesso, l’intera isola. Alcune zone, però, hanno mostrato una crescita maggiore di altre. Vediamo nel dettaglio come si sono comportate le diverse province siciliane.

PALERMO - 8.525 le compravendite effettuate nella Provincia di Palermo nel corso del 2016, con un incremento pari all’8% (relativamente basso rispetto al resto dell’Isola). Le percentuali più alte si sono registrate nel capoluogo (9,18%) e nei Comuni della fascia costiera. Anche l’indicatore Imi è cresciuto dello 0,08% rispetto al 2015, assestandosi all’1,18%.

AGRIGENTO - Nel 2016 l’agrigentino ha registrato un incremento delle compravendite del 9% circa: 2.821, in totale, le transazioni effettuate. La crescita maggiore si è avuta nelle macroaree Sorgente Verdura (39,68%), Zona dei Bacini (22,34%), Costa Sud Ovest (19,01%) e Capoluogo (16,48%). Le restanti zone, invece, hanno subito un leggero decremento (la punta più bassa, pari al -11,24%, registrata nelle Pelagie).In crescita dello 0,07%, l’intensità del mercato immobiliare (0,85%).

CALTANISSETTA - Il nisseno ha registrato un incremento delle compravendite del 9,37%, con un totale di 1.788 transazioni).Crescita più marcata nel capoluogo (16,42%) e nella macroarea Colline delle solfare (42,20%). L’Imi è aumentato dello 0,08%.

CATANIA - Il mercato immobiliare nella provincia di Catania ha subito uno degli incrementi maggiori di tutta l’isola: compravendite cresciute del 20,30% rispetto all’anno precedente, per un totale di 7.505 transazioni. Il volume di scambio è stato assorbito per circa il 50% del totale dalla macroarea dell’Hinterland Catanese e della città capoluogo. Lo stesso trend positivo, si è registrato per l’indice Imi (1,24%).

ENNA - Arranca, invece, l'ennese che ha registrato una crescita piuttosto modesta delle compravendite (4,45%) e dell’indicatore Imi, aumentato appena dello 0,03% rispetto al 2015.

MESSINA - 4.494 le compravendite registrate nella Provincia di Messina, con una crescita del 17,65% rispetto all’anno precedente. Gli incrementi maggiori hanno interessato il Capoluogo (21,55%) e la Costiera jonica (27,45%). L’Imi è cresciuto dello 0,15%, assestandosi all’1%.

RAGUSA - Nella Provincia di Ragusa l’incremento delle compravendite è stato del 19,92% (2.216 transazioni in totale, il 30% delle quali, è stato registrato nel capoluogo).1,07%, invece, il valore dell’Imi (cresciuto dello 0,18% rispetto al 2016).

SIRACUSA - 2.910 le transazioni nel siracusano  (+6,53% rispetto all’anno precedente). Circa il 60% di queste ha interessato il Capoluogo e la macroarea del Polo industriale. L’Imi ha segnato una percentuale dell’1,21%, con una differenza dello 0,07% rispetto al 2015.

TRAPANI - Nel trapanese le transazioni sono cresciute dell’8,20%: 2.670 le compravendite totali, con i migliori incrementi nel capoluogo (+15,25%) e nella zona di Golfo di Castellamare (+15,39%). L’Imi si è assestato allo 0,93% con una crescita dello 0,07% rispetto al 2015.

Riassumendo, a trainare la crescita sono state, principalmente, le Province di Catania, Ragusa e Messina, con valori superiori alla media regionale. La ripresa ha stentato a decollare, invece, nelle Province di Enna e Siracusa.

Articolo pubblicato il 17 giugno 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐