Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Stessa spiaggia e stesso mare addio. Ora i viaggiatori optano per il fresco
di Redazione

Dal Sud Africa al Cile, passando per Islanda e Norvegia: le mete preferite da chi vuole lasciarsi il caldo estivo alle spalle

Tags: Vacanza, Turismo



in collaborazione con ITALPRESS
 
ROMA - Sole, sabbia, mare e cocktail: per molti italiani i mesi estivi coincidono con la canicola che attanaglia le nostre città e che ci spinge a trovare refrigerio nel mare. Ma l’idea di imbattersi nel Solleone che picchia sulla pelle, di vedere corpi sudati e unti di creme o di soffrire per la calura africana, per alcune persone rappresenta un vero e proprio incubo. Per questo, negli ultimi anni, sempre più persone preferiscono vacanze alternative, cercando differenti soluzioni al caldo estivo.

Secondo gli ultimi dati Istat, si stima che nel 2016 il numero di pernottamenti degli italiani in viaggio è stato di 66 milioni e 55 mila. Dopo quasi un decennio, la variazione è positiva rispetto all’anno precedente (+13,7%). A questo dato si aggiunge che gli italiani, spinti da questa positività, si muovono di più compiendo viaggi all’estero (17,2%) che avvengono soprattutto nei paesi dell’Unione europea (9,8%).

Tra le mete estere si prediligono luoghi freschi, dove il clima è più mite e dove si può passare una giornata senza aver bisogno del condizionatore. Hundredrooms, il comparatore di alloggi e case vacanze, suggerisce alcuni dei luoghi più freddi del pianeta dove poter passare l’estate 2017: qui le temperature superano difficilmente la soglia dei 20°C e sono accessibili a tutte le tasche.

Cape Town
Uno dei posti più belli del Pianeta, Cape Town è un’ottima alternativa per le vacanze estive. Con un clima abbastanza temperato e temperature che non superano i 20° gradi, questa location è perfetta per chi non vuole portarsi le bermuda. Da ammirare, nella capitale sudafricana, la famosa Table Mountain, considerato il simbolo della città. Dalla cima della montagna si può vivere un’esperienza unica e contemplare il panorama della città dai mille colori. Cape Town offre, inoltre, molteplici attività soprattutto per gli amanti del brivido, includendo trekking, ciclismo, whale watching e persino la possibilità di nuotare in una gabbia con gli squali.

Reykjavik
La capitale dell’Islanda, Reykjavik, con le sue case in miniatura piene di colori e con i suoi mari brillanti rappresenta una fantastica soluzione all’insopportabile caldo estivo. Con temperature che a malapena raggiungono una massima di 15°C, cappelli e guanti di lana sono altamente consigliati. Reykjavik, che in italiano si traduce come “Baia fumosa”, è conosciuta per i suoi geyser e le sue terme. La città islandese, che è anche la capitale più a Nord del mondo, è famosa inoltre per la creatività della gente, per i suoi edifici e per i designer, ma anche per le notti selvagge dove l’alcool è uno degli escamotage per mantenersi caldi. A parte la capitale, sono da visitare anche le campagne, dove si possono ammirare paesaggi meravigliosi, tra neve e rocce marine, e respirare aria pura in luoghi incontaminati.

Tromso
Spesso definita come la porta dell’Artico, la piccola città di Tromso, a 400 km a Nord del circolo polare Artico, si trova sul parallelo 69°N. L’estate in questa piccola città norvegese è piuttosto calma, con una temperatura che si aggira intorno agli 8° gradi. Famosa per la caccia delle foche, questa zona è anche conosciuta come sede di partenza di molte delle spedizioni artiche. La cittadina norvegese è riconosciuta per essere uno dei luoghi più spettacolari da dove è possibile ammirare le aurore boreali. Come in altre città norvegesi, la nightlife è molto viva e inoltre Tromso è anche celebre per avere il numero più alto di pub in rapporto al numero di abitanti, più che ogni altra città norvegese.

Santiago
Considerata una delle destinazioni mondiali più belle, è stata nominata per diverse volte la Top destination da parte dell’illustre Lonely Planet. Le sue strade piene di vita e dal sapore cosmopolita, fanno sì che questa sia la meta perfetta per fare escursioni e per scoprire le specialità e le tradizioni dei popoli vicini. Durante i mesi estivi le temperature possono raggiungere un massimo di 22°C, con un clima ideale per esplorare divertendosi. Assolutamente da vedere è il monte Tupungato alto più di 6.000 metri sul livello del mare, assieme all’omonimo vulcano, che si trova nelle vicinanze, la cui ultima eruzione risale al 1987. In ogni angolo di Santiago del Cile si possono vivere esperienze culturali diverse grazie al grande numero di Musei, market e punti di interesse.

Articolo pubblicato il 20 giugno 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus