Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Fibra ottica a Giardini Naxos, una promessa per lo sviluppo
di Redazione in collaborazione con Comune di Giardini Naxos

Le imprese potranno sfruttare le potenzialità implementando i servizi di cloud computing



GIARDINI NAXOS (ME) - La città è entrata nella lista dei centri italiani scelti da Tim per il lancio dei servizi a banda ultralarga sulla nuova rete in fibra ottica, che permette di utilizzare la connessione superveloce fino a 200 Megabit al secondo in download a beneficio di cittadini e imprese. L’intervento ha già consentito di collegare quasi tutto il territorio cittadino, per una copertura pari a oltre 3.500 unità immobiliari.

Come sottolinea Danilo Bevacqua, presidente del Consiglio comunale di Giardini Naxos, si tratta di una grande opportunità per il territorio: “Consentirà la crescita del comune sotto ogni aspetto. Sicuramente la copertura della fibra ottica a Giardini Naxos era già stata prevista da Tim, ma il G7 ha contribuito notevolmente a velocizzare i tempi e rendere il servizio già disponibile. Purtroppo un grande assente continua a essere il liceo scientifico Caminiti. Infatti, la struttura risulta ancora sprovvista della copertura, ma si sta prontamente provvedendo con accordi che consentiranno l’inglobamento”.

“Saranno innumerevoli – continua Bevacqua – i vantaggi di cui beneficeranno i cittadini e le imprese. Crediamo che tutto questo possa determinare effetti positivi anche sul fronte economico e, quindi, anche su quello dell’occupazione. Purtroppo però, dovremo rinunciare al sistema di videosorveglianza, in uso durante il G7. La fibra ottica ha consentito la visione fluida delle immagini oggetto della videosorveglianza. Questa, insieme ad altre opere soprattutto a Taormina, sono state solo dei ‘regali provvisori’, dissoltisi con la fine del G7”.

La certezza, però, è che i cittadini potranno utilizzare un collegamento Internet più stabile e più veloce per lavorare, informarsi, studiare e divertirsi. Internet veloce è necessario per esempio per guardare video di alta qualità anche in streaming, effettuare videochiamate, scaricare applicazioni in tempo reale, fare back up dei dati in rete, condividere in rete fotografie o filmati, dialogare con i servizi offerti dalla Pubblica amministrazione.

La fibra ottica è un mezzo trasmissivo per diversi ordini di grandezza superiore al rame e alla propagazione radio, in termini sia di banda passante sia di perdita di segnale. Una nuova tecnologia di trasmissione dei dati che si serve di moderni cavi con all’interno dei sottilissimi filamenti di fibra di vetro o polimeri plastici, capaci di trasmettere molti più dati per unità di tempo rispetto ai vecchi cavi in rame. Cosa ancora più importante, il segnale trasportato grazie ai cavi in fibra non subisce una diminuzione all’aumentare della distanza coperta, cosa che invece accade con la tecnologia Adsl.

Inoltre, i cavi in fibra ottica sono molto più leggeri e flessibili e in più sono immuni ai disturbi elettrici o a quelli dovuti alle condizioni atmosferiche, come le variazioni di temperatura.
Rappresenta dunque un’infrastruttura a prova di futuro. Non a caso, in molte zone d’Europa la presenza della fibra ottica ha già portato all’aumento del valore degli immobili.

Le imprese possono inoltre accedere al mondo delle soluzioni professionali, sfruttandone al meglio le potenzialità grazie alla connessione web ad alta velocità. Quest’ultima abilita anche applicazioni innovative come la telepresenza, la videosorveglianza, i servizi di cloud computing per le aziende e quelli per la realizzazione del modello di città intelligente per le amministrazioni locali, tra cui la sicurezza e il monitoraggio del territorio, l’info mobilità e le reti sensoriali per il telerilevamento ambientale.

Gli indicatori statistici ci dicono che il digital divide è un grave limite che condiziona lo sviluppo economico e sociale. Secondo uno di studio di Micus (Management consulting Gmbh), per conto della Commissione europea, la fibra ottica aumenta la produttività oraria del 5 per cento nel settore manifatturiero e del 10 per cento nel settore dei servizi.

Naturalmente tutte queste innovazioni consentono notevoli impatti anche sul Pil: secondo uno studio della Banca mondiale, nei Paesi a reddito medio-basso ogni aumento di 10 punti percentuali della presenza di fibra ottica accelera la crescita economica di 1,38 punti percentuali.

Articolo pubblicato il 23 giugno 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐