Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Da Rennes a Saint Malo, un lungo viaggio nella Bretagna eclettica che non ti aspetti
di Nicoletta Fontana

Arte moderna, design contemporaneo ma anche relax e la possibilità di godere delle bellezze naturali e delle tradizioni culinarie

Tags: Rennes, Bretagna



Siamo nella capitale della Bretagna, una città che sorprende per il suo sapore giovane ed eclettico. E’ emozionante pensare che al di là della Rennes storica, con il suo castello, il Parlamento, le antiche mura, le case medievali dai tipici tralicci in legno e  il suo magnifico giardino Thabor vi è anche una Rennes, moderna, eclettica, attenta all’arte, al design, al fashion e al buon cibo.

Si dorme al Balthazar, un elegante hotel a cinque stelle, dal design contemporaneo, dove i clienti possono  godere oltre che delle delizie culinarie proposte dallo chef parigino Michel Rostang - stellato Michelin -, anche di una magnifica Spa, in cui a fine giornata, ci si può far coccolare da mani sapienti.  Proprio di fronte, i proprietari dello stesso hotel  hanno aperto una galleria d’arte contemporanea in cui potrete acquistare i bellissimi quadri che  incorniciano anche le pareti all’interno dell’hotel.

Fulcro vitale di Rennes, da cui partire alla sua scoperta, è senza dubbio Place Sainte Anne. La piazza è  circondata dalle tipiche case  in stile Tudor, qui si trovano vivaci ristoranti e negozietti alla moda. Perdendosi tra questi deliziosi  vicoli si ha la sensazione di essere nel Marais parigino. Tanti anche i negozi di design e arredamento, come Le Bonheure de Sophie in cui potrete acquistare, lini, candele vasi o il Be Concept, uno shopping store di arredamento d’interni di grande gusto. Rennes, oltre a essere la capitale della Bretagna, vanta una tradizione culinaria molto importante, pertanto è facile per i buongustai approfittare dei tanti prodotti tipici presenti  nei negozi del centro. Prima tappa all’Epicurien, un’enoteca in cui potrete degustare le migliori selezioni di sidro, una bevanda tipica, ottenuta dalla fermentazione delle mele che si accompagna per tradizione alla “gallette”, una crepe fatta di grano saraceno, solitamente  imbottita con formaggi locali, salsiccia, ma anche con frutta o cioccolato, per il dessert. Le migliori in città si mangiano alla Crêperie Saint Georges in Rue du Chapitre, 11, in quella che possiamo definire una creperie ultra contemporanea per il suo arredamento di design, ma tradizionale per l’eccellenza delle sue gallette.

I golosi di dolci faranno man bassa di pralines e macarones nell’iconica pâtisserie di Philippe Bouvier al 3 di Rue Toullier, per poi proseguire alla volta dello storico mercato coperto di Place Honoré Commeureuc per un trionfo di sapori tutti francesi a partire dal burro, fatto tutt’oggi a  mano, della storica a azienda casearia di  Jean Yves Bordier, burro che ritroviamo nei migliori hotels e ristoranti francesi. Per una cena dal sapore romantico,  ma glamour nello stesso tempo, vi consiglio di andare al ristorante Moon, in Avenue Jean Janvier.

Gli appassionati delle architetture, passeggiando lungo il fiume Vilaine in Rue 1 Mail François Mitterrand, si troveranno di fronte all’ultimo capolavoro firmato Jean Nouvel, un imponente  building  residenziale e fare shopping al negozio Forma Design, posto al piano terra, che raccoglie arredi delle più prestigiose firme dell’interior design mondiale. Sullo sfondo si vede la Tour de la Mabilais firmata da Louis Arretche e poco distanti emergono le imponenti torri gemelle firmate da George Maillols, tipici buildings degli anni settanta.

Città molto giovane e vulcanica, anche per la presenza di molte università, ha un fitto programma di concerti e spettacoli che si consumano in piazza Charles de Gaulle, opera urbanistica realizzata dagli architetti Nicolas Michelin& Associès. Prendetevi il tempo per entrare nel garage situato proprio nell’omonima piazza alla scoperta di una chicca d’arte  molto interessante. Alla  fine della rampa, sul basamento del garage avrete la possibilità di entrare all’interno di quello che appare come un tempio, in cui sentirete le vibrazioni provocate dalle auto che discendono lungo gli anelli circolari della torre, mentre nei muri di fronte spiccano gigantesche foto di verdi e silenziosi boschi che entrano volutamente in contrapposizione alle emissioni inquinanti procurate dai gas di scarico  dalle auto  all’interno del silos. Un messaggio forte quello dell’artista Valerie Jouve, che dà al visitatore l’opportunità di vivere un’emozione sensoriale e performativa e rendono questo spazio un luogo di meditazione sull’eco-sostenibilità, in un contesto del tutto inaspettato. Da non perdere!

A pochi chilometri da Rennes vi aspetta il Frac, un grande museo di arte contemporanea che ospita periodicamente artisti di grande levatura.
Siamo quindi arrivati verso quella strada che conduce verso Saint Malo, terra di Corsari e di maree e in cui potrete restare incantati da questo straordinario fenomeno di madre natura. Fermatevi per un light lunch all’Alchimiste Maison General, oltre a un delizioso pranzo potrete concedervi uno shopping raffinato all’interno del suo concept store.
Finite la vostra serata alla terrazza ristorante la Corderie a Saint Servan, per mangiare delle favolose ostriche, innaffiate da un ottimo Chinon della cantina Marchesseau, davanti a un panorama che solo la Bretagna è in grado di regalare.
 

 
HOTEL
- Hotel Balthazar
www.hotel-balthazar.com
- Boutique Hotel Nemours
www.hotelnemours.com
- Hotel Saint Malo
Ville Fromoy
www.villefromoy.fr/fr
- Les ambassadors
www.hotel-ambassadeurs-saintmalo.com

Restaurant
Ristoranti Rennes
- Creperie Saint Georges
www.creperiesaintgeorges.fr/photos
- Le Moon
www.lemoon-restaurant.com

Ristoranti Saint Malo
- La corderie
www.lacorderie-restaurant.com

Per maggiori info www.france.it

Articolo pubblicato il 23 giugno 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Rennes
Rennes
Saint Malo
Saint Malo