Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Innovazione, 30 mln per le pmi siciliane
di Rosario Battiato

Pubblicato l’avviso dal dipartimento regionale delle Attività produttive: disponibili 10 mln € per l’anno in corso. Un’azione per permettere lo sviluppo e il radicamento di un tessuto produttivo “innovation based”

Tags: Impresa, Innovazione, Po Fesr 2014-2020



PALERMO – Ci sono poco meno di 30 milioni di euro a disposizione delle pmi siciliane per il “sostegno per l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale”, in attuazione del Po Fesr Sicilia 2014/2020. Lo rivela l’avviso pubblico del dipartimento delle Attività produttive pubblicato la scorsa settimana.

La distribuzione delle risorse, che ammontano in dettaglio a circa 28 milioni di euro, è tripartita tra gli esercizi finanziari 2017 (10 milioni), 2018 (10 milioni) e 2019 (8 milioni). L’avviso “intende agevolare – si legge nel documento – la realizzazione di progetti di investimento finalizzati al sostegno all’acquisizione di competenze da parte delle imprese che permettano l’avvio e il consolidamento di un percorso di innovazione, attraverso progetti di investimento in innovazione di prodotto/servizio, di processo, organizzativa e commerciale, da attuare anche attraverso progetti di rete, anche mediante il finanziamento di costi di brevettazione di idee innovative, i costi connessi alla prototipazione, i costi connessi allo sviluppo delle competenze digitali (e-skills)”.

Per recuperare il pesante gap tra lo sviluppo tecnologico delle pmi nazionali e quelle isolane, la Regione intende favorire la nascita e il radicamento di un tessuto produttivo che sia “innovation based”, da stimolare tramite “la messa a disposizione di un sistema di servizi riguardanti lo sviluppo fisico, organizzativo e commerciale delle piccole e medie imprese regionali, mediante concessione di agevolazioni sotto forma di contributo in conto capitale, sulla base di una procedura valutativa a sportello”. L’avviso è rivolto alle Pmi isolane sia in forma singola che associate con altre imprese.

I requisiti di ammissibilità prevedono, tra le altre cose, le regolarità dei contributi previdenziali e assistenziali dei lavoratori, della normativa antimafia, la capacità economico-finanziaria in relazione al progetto da realizzare che “dovrà essere dimostrata da un indice pari ad almeno 0,2 calcolato come rapporto tra patrimonio netto (PN) e costo del progetto (CP) al netto dell’aiuto (C)”. Gli ambiti di intervento riguardano sette settori specifici: agroalimentare, economia del mare, energia, scienza della vita, turismo cultura e beni culturali, smart cities and Comunities.

La proposta progettuale deve presentare le varie fasi del progetto d’investimento, un cronoprogramma con indicazioni dei mesi necessari per la conclusione dell’intervento a partire dalla data di avvio, le modalità di realizzazione, finanziarie e gestionali dell’investimento e il programma di utilizzo dei risultati.

Non c’è una soglia massima di investimento, ma il contributo massimo concedibile per impresa e per progetto non può superare i 100 mila euro (al massimo il 50% dei costi ammissibili, 100% solo servizi di consulenza e sostegno all’innovazione). Tra le spese ammissibili ci sono i costi per l’ottenimento, la convalida e la difesa di brevetti e altri attivi immateriali; per la messa a disposizione di personale altamente qualificato; per i servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione.

Il contributo sarà concesso sulla base di una procedura valutativa a sportello. I progetti saranno finanziati fino all’esaurimento delle risorse previste per l’anno finanziario e dovranno essere inviati tramite l’apposito modulo disponibile online (portaleagevolazioni.regione.sicilia.it). Le domande potranno essere presentate a partire dal trentesimo giorno e fino al quarantesimo giorno dalla pubblicazione dell’avviso sulla Gurs.

Articolo pubblicato il 27 giugno 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐