Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Tre modalità informatiche per trasmettere i dati
di Lucia Russo

La applicano oltre 10 mila amministrazioni con oltre 3,5 mln dipendenti. Ma, con più di 2 mila dirigenti, la Regione non li sa usare

Tags: Dipendenti, Regione Siciliana



La rilevazione è di tipo censuario e coinvolge oltre 10 mila amministrazioni ed enti che occupano 3,5 milioni di dipendenti sostenendo una spesa annua per retribuzioni ed oneri riflessi di circa 165 miliardi di euro.
Dal 2001 una procedura informatizzata consente alle Istituzioni pubbliche di trasmettere i dati direttamente al sistema informativo Sico del Ministero dell’Economia e delle finanze – Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, tramite un sito internet appositamente dedicato.

Le Istituzioni hanno a disposizione tre modalità alternative per l’invio dei loro dati, eppure la Regione non è stata in grado di servirsene e, come è scritto nella Relazione allegata al Conto annuale, ha trasmesso le informazioni “al di fuori del canale usuale di raccolta”.

Ecco le tre modalità alternative: on-line (l’Istituzione inserisce direttamente le singole informazioni nel sistema informativo Sico); via Ftp (i dati vengono trasferiti a Sico da altri sistemi informativi o da società esterne che forniscono questo servizio tramite un particolare protocollo di colloquio); tramite kit excel (l’Istituzione inserisce i propri dati in un kit di tabelle appositamente predefinite che invia a Sico in un’unica soluzione con una procedura molto semplice e veloce).
Per assicurare una significativa qualità dei dati acquisiti, il sistema informativo Sico effettua una serie di controlli in automatico. Gli uffici di monitoraggio della Ragioneria Generale dello Stato (Ragionerie territoriali, Uffici centrali di bilancio e Igop) eseguono ulteriori verifiche finalizzate alla rettifica degli errori eventualmente presenti ed all’integrazione dei dati mancanti.

Articolo pubblicato il 18 dicembre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Esercito di dipendenti, 1 su 14 siciliani -
    Dati nascosti. Efficienza e trasparenza restano negate.
    Conto annuale 2008. La rilevazione della consistenza del personale e delle relative spese viene effettuata, a partire dal 1992, dal Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato.
    Regione inadempiente. Tutte le Istituzioni pubbliche sono tenute a trasmettere i dati entro la fine del mese di maggio (d. lgs. 150/09). La Regione siciliana e altri enti regionali inadempienti.
    (18 dicembre 2009)
  • Tre modalità informatiche per trasmettere i dati -
    La applicano oltre 10 mila amministrazioni con oltre 3,5 mln dipendenti. Ma, con più di 2 mila dirigenti, la Regione non li sa usare
    (18 dicembre 2009)
  • Obiettivo dei rilevamenti controllo costo del lavoro -
    Modalità annualmente riviste dal Ragioniere generale dello Stato. La Corte dei Conti se ne avvale per relazione al Parlamento
    (18 dicembre 2009)


comments powered by Disqus