Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Cambiamento: osservatorio e blocco delle assunzioni
di Michele Giuliano

Il governo siciliano ha avviato un percorso per cambiare rotta. Eliminare gli sprechi ed essere veramente utili per il lavoro

Tags: Formazione, Luigi Gentile



Il primo passo è stato quello di bloccare le nuove assunzioni e costituire un Osservatorio regionale per la formazione composto da sindacati, mondo imprenditoriale e rappresentanti dell’amministrazione regionale. Secondo il governo siciliano questo è l’inizio di un percorso che porterà ad una radicale riforma del settore della formazione professionale. L’obiettivo di queste due iniziative, dichiarato dallo stesso assessore regionale al Lavoro Luigi Gentile, è quello di ridurre gli sprechi e dare vita a un sistema che, superando i rischi di autoreferenzialità, sia in grado di assumere un ruolo di effettivo strumento di politica attiva del lavoro. “Abbiamo intrapreso – afferma Gentile - un efficace processo di innovazione delle politiche del lavoro e della formazione. Sono state attivate risorse nazionali e comunitarie per innescare processi virtuosi di cambiamento, capaci soprattutto di inserire la Regione nei processi di internazionalizzazione non solo di tipo economico, ma anche istituzionale e culturale”. Decisioni scaturite anche a seguito dell’implosione di un settore che stava davvero ingigantendosi a dismisura. D’altronde lo stesso Presidente della Regione, Raffaele Lombardo, non ha nascosto i problemi del passato, che poi, a detta sua, sono quelli del presente. “Quando ci siamo insediati – dice - abbiamo ereditato circa mille e 700 enti di formazione professionale, in cui lavorano 6 mila persone, di cui la metà circa è personale amministrativo. Per questa ragione abbiamo deciso di bloccare le assunzioni, di dire basta ad una situazione che non esito a definire una vergogna. Se non avessimo bloccato il Prof 2009 ci saremmo trovati sull’orlo del baratro”.

Articolo pubblicato il 19 dicembre 2009 - © RIPRODUZIONE RISERVATA




Leggi tutti gli articoli sull'argomento
  • Quella grossa, grassa Formazione -
    Formazione. Tutti gli sprechi dell’ultimo decennio.
    Crescita. Si è passati dai 5 mila dipendenti assunti nei vari enti di formazione nel 2000 agli attuali 9 mila e 200 secondo quanto appurato dallo stesso dipartimento della Formazione.
    Indagine. Secondo un’indagine realizzata da Confindustria giovani, l’82,23 per cento delle aziende intervistate ha dichiarato di avere difficoltà a reperire i profili professionali necessari.
    (19 dicembre 2009)
  • Settore sovradimensionato. Per un corsista 2 operatori -
    I rapporti statistici mettono in evidenza le criticità della formazione. Sono 9.200 i formatori censiti nell’Isola per il 2009
    (19 dicembre 2009)
  • Cambiamento: osservatorio e blocco delle assunzioni -
    Il governo siciliano ha avviato un percorso per cambiare rotta. Eliminare gli sprechi ed essere veramente utili per il lavoro
    (19 dicembre 2009)


comments powered by Disqus