Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Marziano: "Pronto a candidarmi per il Pd"
di Raffaella Pessina

L’annuncio dell’assessore all’Istruzione e Formazione professionale. “Posso affrontare con serenità la campagna elettorale”

Tags: Marziano, Pd, Elezioni



PALERMO - “Da assessore e da deputato dell’Ars ho lavorato per il nostro territorio: sono ancora disponibile a farlo candidandomi alle regionali 2017”. Lo annuncia in una nota l’assessore regionale all’Istruzione e Formazione professionale Bruno Marziano che intende proporre agli organismi del Pd la propria candidatura alle regionali in Sicilia.

L’autocandidatura di Marziano potrebbe avere risvolti significativi nelle dinamiche interne al Partito democratico che, ad oggi, rispetto ad altre forze politiche, è quello che ha indugiato di più nell’esprimere un candidato alla poltrona di Presidente della Regione. “L’impegno che ho profuso per il mio territorio - ha spiegato - è facilmente riscontrabile con il lavoro svolto affrontando costantemente tutte le problematiche che sono emerse nel corsodell’ultimo periodo che mi ha visto impegnato nel governo regionale e all’Ars”.

“Ho ottemperato al ruolo di assessore regionale - ha aggiunto - affrontando questioni generali, dalla razionalizzazione al rilancio della formazione, al sostegno all’università,finanziando borse e dottorati di ricerca e spin off con un impegno finanziario di oltre 36 milioni di euro. Sono state programmate iniziative a sostegno dell’alternanza scuola lavoro, dell’apprendistato di primo e terzo livello, oltreché investimenti corposi nel campo dell’edilizia scolastica. Ma anche le problematiche della provincia di Siracusa mi hanno visto impegnato con un approccio da deputato e poi da assessore, distinguendo il mio ruolo da quello altrettanto importante dei consiglieri comunali”. “Penso, dunque, di potere affrontare con serenità una campagna elettorale - conclude - rimettendomi al giudizio dei cittadini e degli elettori, proprio per tutto ciò che di concreto è stato realizzato”.

Intanto, i lavori d’Aula a Palazzo dei Normanni sono iniziati ieri pomeriggio con un certo ritardo a causa dei lavori della commissione Bilancio che si sono trascinati dalla mattina fino alle 17 e 30, orario in cui il Presidente Ardizzone ha chiesto ai componenti della seconda Commissione di andare in Aula, ma l’appello come al solito è finito nel vuoto. Sul tavolo della Commissione l’assestamento di bilancio e gli stanziamenti per province e comuni.
Ieri conferenza stampa del movimento Siciliani Liberi per presentare il proprio candidato a presidente della Regione, Roberto La Rosa.

“Il fallimento dell’applicazione dello Statuto siciliano rende ormai evidente la necessità di un’offerta politica indipendentista per la Sicilia”. Una proposta politica che passa attraverso alcune proposte precise: la costituzione della Zes, la Zona economica speciale, area in cui vigono norme fiscali, doganali e, in genere, inerenti la materia economica e commerciale, diverse che nel resto dello Stato.
Attuazione di una vera defiscalizzazione della benzina. Reddito di sostegno per alcune fasce (disoccupati, studenti universitari e casalinghe) e mutui a tasso agevolato per le giovani coppie. “Lo Statuto speciale - ha detto il presidente del movimento Siciliani Liberi, Massimo Costa - ormai azzerato dalle sentenze della Consulta e dalle prassi abrogative dello Stato, ha esaurito la sua carica propulsiva. Nessun partito italiano potrà mai attuarlo o rivitalizzarlo. Spetta a noi indipendentisti partire dalla sua lettera per potenziarlo e portarlo avanti fino alla piena sovranità della Sicilia”.

Articolo pubblicato il 02 agosto 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Bruno Marziano
Bruno Marziano


´╗┐