Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia

Le uova all'insetticida giunte in 15 Paesi Ue
di Redazione

Utilizzo illegale del Fipronil, è allarme. Il problema riguarda anche l’Italia

Tags: Uova, Unione Europea



Bruxelles - Sono ormai quindici i Paesi dell’Unione Europea in cui sono presenti delle uova contaminate dall’insetticida Fipronil - scoperte anche in Svizzera e Hong Kong - tra questi anche l’Italia, come ha reso noto la Commissione Europea, facendo però degli importanti distinguo. I Paesi in cui è stato “confermato l’utilizzo illegale del prodotto” sono infatti solo quattro, ovvero Olanda, Belgio, Germania e Francia; gli altri - Svezia, Gran Bretagna, Austria, Irlanda, Lussemburgo, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia Danimarca e Italia - “hanno ricevuto delle importazioni provenienti da questi quattro Paesi” (il che non implica necessariamente che siano già stati distribuiti per la vendita).

Il commissario alla Salute Vytenis Andriukaitis ha annunciato che la Commissione convocherà una riunione d’emergenza con i ministri dei Paesi coinvolti, all’indomani dei primi arresti legati alla vicenda effettuati giovedi dalla Polizia olandese.
Dopo le polemiche fra Belgio e Olanda sulle presunte responsabilità dell’Aia nell’aver tenuto nascosta la vicenda per mesi, Andriukaitis ha detto all’agenzia Afp che è ora di porre fine alle “recriminazioni e le accuse” tra i vari Paesi coinvolti e passare ad un approccio comune per risolvere l’emergenza.

E’ necessario “lavorare assieme, con la priorità di gestire la situazione, raccogliere informazioni, concentrarsi sull’analisi del quadro e imparare la lezione”, in modo da poter prevenire casi di questo genere in futuro, ha spiegato il responsabile europeo per il settore Salute.

“È esattamente quello che ho discusso con i ministri tedesco, belga e olandese questa settimana. Ho proposto di tenere un incontro ad alto livello con i ministri dei Paesi coinvolti e i rappresentanti delle agenzie di controllo della sicurezza alimentare in tutti i Paesi interessati dal problema”, ha spiegato il Commissario.

Il vertice verrà convocato “appena avremo a disposizione tutti i fatti rilevanti”, ha concluso Andriukaitis; la data prevista, secondo fonti della Commissione, sarebbe quella del 26 settembre.

Il fipronil è un insetticida usato normalmente nei prodotti veterinari per combattere pulci, zecche e pidocchi, ma il suo utilizzo in animali destinati al consumo alimentare è vietato: in grandi quantità può infatti essere “moderatamente pericoloso” per la salute umana, specie per quel che riguarda reni, fegato e tiroide.

Articolo pubblicato il 12 agosto 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐