Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Catania - Solarium, l'estate sta finendo ma arrivano i chioschi-bar
di Melania Tanteri

Aggiudicato l’appalto alla ditta Fraggetta dopo un anno di contenzioso

Tags: Catania, Solarium



CATANIA - Saranno pronti subito dopo Ferragosto i chioschi-bar delle spiagge libere e dei solarium pubblici, montati dall’Amministrazione comunale e a disposizione di tutti i cittadini. Con un paio di mesi di ritardo, i servizi di posteggio, la gestione dei punti di ristoro e del salvataggio, sono stati infatti consegnati alla ditta Fraggetta Giuseppe che, oltre un anno fa, aveva vinto la gara di appalto. La vicenda risale al 2016, quando il servizio viene affidato in via provvisoria a Fraggetta per poi essere revocato qualche mese dopo ed essere assegnato a un’altra ditta, la Caffè Napoleon di Librino.

Una revoca priva di motivazioni per l’imprenditore che si rivolge al Tar che, nel giungo 2017, dà ragione al ricorrente, condannando il Comune. La sentenza prevede l’annullamento del provvedimento del 5 luglio (quello con cui, nel 2016, l’allora direttore dell’Ecologia, Salvatore Raciti, aveva annullato l’aggiudicazione provvisoria) e dell’aggiudicazione ad altra società, per “l’illegittimità dell’esclusione della ricorrente”. Secondo il Tribunale amministrativo, l’Amministrazione comunale non avrebbe procedere all’annullamento dell’assegnazione alla ditta Fraggetta. Sentenza ribadita, lo scorso 2 agosto dal Consiglio di giustizia amministrativa al quale si era rivolta l’Amministrazione per chiedere la sospensione di quanto stabilito dal Tar. “La domanda del Comune non ha trovato accoglienza presso il Consiglio di giustizia amministrativa - si legge nel provvedimento - perché le doglianze dell’Amministrazione mediante richiesta cautelare in esame non sono favorevolmente apprezzabili”, scrivono i giudici. Che si pronunciano dunque condannando Palazzo degli Elefanti al pagamento delle spese processuali che ammontano a duemila euro.

Una lunga vicenda giudiziaria
terminata, dunque, appena la scorsa settimana quando,  Palazzo degli Elefanti ha proceduto con la consegna delle spiagge alla ditta Fraggetta Giuseppe, come assicurato precedentemente dal Capo di Gabinetto del sindaco Bianco, Giuseppe Spampinato. “Le sentenze vanno rispettate” aveva dichiarato Spampinato che ha firmato il provvedimento di consegna lo scorso 11 agosto.

Il servizio di posteggio è già stato attivato: ci vorrà, invece, un po’ più di tempo per fare partire i chioschi-bar che, con molta probabilità, saranno aperti subito dopo Ferragosto. Riguardo al salvataggio, questo resterà a carico della ditta incaricata dal Comune fino al 23 agosto, quando subentrerà la ditta Fraggetta. “Siamo soddisfatti - ha commentato l’avvocato Marco Corsaro, legale della ditta - per la parola  mantenuta dall’amministrazione comunale e dal capo di Gabinetto”.

Articolo pubblicato il 15 agosto 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐