Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

La fiaba: strumento per crescere e imparare a conoscersi meglio
di Redazione in collaborazione con Ellybee

Leggerle e raccontarle è fondamentale nell’età evolutiva



Le fiabe hanno un’importanza fondamentale nello sviluppo del bambino. Raccontare fiabe ai bambini dovrebbe essere un elemento imprescindibile per tutti i genitori, i nonni, gli insegnanti e gli educatori in genere.

Leggere e raccontare le fiabe ai bambini è una buona abitudine, perché favorisce lo sviluppo di una serie di abilità specifiche e indispensabili per l’età evolutiva. La narrazione della fiaba è essenziale per la crescita del bambino in quanto migliora le sue abilità cognitive, emotive e relazionali. Ascoltando una fiaba, i bambini cominciano a sviluppare due elementi caratterizzanti l’attività mentale degli esseri umani: la realtà e la fantasia, e questo è essenziale per lo sviluppo e per il corretto funzionamento della loro attività mentale.

Il bambino, soprattutto se la fiaba viene letta, apprende nuovi vocaboli, tempi verbali e modalità narrative via via sempre più complesse. Quindi, la fiaba contribuisce all’alfabetizzazione linguistica ed è in grado di preparare il bambino alla scuola. Un bambino che riceve letture quotidiane è in grado di sviluppare, infatti, un vocabolario più ricco e articolato, può riuscire a esprimersi meglio e può diventare un adulto più curioso e interessato alla lettura. Il bambino, attraverso il racconto, impara a conoscere alcune modalità relazionali positive, come l’amicizia e la solidarietà, oppure negative come l’inganno o l’invidia. Ciò gli permette di avviare anche un dialogo interno rispetto a come è giusto essere e come è meglio comportarsi nei confronti dell’altro.

Attraverso le favole, i bambini possono andare alla scoperta del proprio mondo emotivo. Riescono a entrare in contatto con le emozioni più profonde, imparano a riconoscerle e a nominarle in maniera congruente e apprendono anche nuovi schemi di comportamento e modalità di risposta sempre più efficaci di fronte a situazioni difficili o di disagio. Tali abilità si sviluppano perché il bambino si immedesima nei personaggi del racconto, si affeziona a loro vivendo in prima persona tutte le emozioni pur rimanendone protetto dalla presenza del genitore.

La fiaba rappresenta quindi una di quelle forme di educazione utili a far sviluppare nel bambino abilità, competenze relazionali ed espressive preziose per la crescita. Lo aiuta a rafforzare l’autostima, riducendo i sentimenti di impotenza, sfiducia, ansia. Il bambino può quindi imparare a conoscere se stesso, il mondo che lo circonda e a divenire egli stesso un adulto consapevole e spontaneo.

Silvia Morandi

Articolo pubblicato il 26 agosto 2017 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐